11/12/2018

[an error occurred while processing this directive]

Petroliera sequestrata dai pirati, "equipaggio sta bene"

Un contatto radio è stato stabilito la petroliera italiana 'Savina Caylyn', sequestrata tre giorni nell'Oceano Indiano. Il comandante, Giuseppe Lavadera, avrebbe detto che l'equipaggio sta bene. A bordo 5 italiani e 17 indiani.

Petroliera sequestrata dai pirati, "equipaggio sta bene"

Petroliera (repertorio)

ROMA -  E' stato stabilito un contatto radio con la petroliera italiana "Savina Caylyn" sequestrata tre giorni fa dai pirati nell'Oceano Indiano. Il comandante, Giuseppe Lavadera, avrebbe detto che l'equipaggio sta bene. Sulla vicenda viene mantenuto il massimo riserbo e non si sa con chi il comandante della motonave abbia parlato. Secondo quanto è stato possibile apprendere, tuttavia, Lavardera avrebbe tranquillizzato sulle buone condizioni generali dell'equipaggio. Intanto, la fregata Zeffiro della Marina Militare, impegnata nell'area nell'operazione antipirateria 'Atalanta', ha raggiunto l'imbarcazione a largo delle coste della Somalia.

L'EQUIPAGGIO. A bordo della petroliera ci sono cinque italiani (un marittimo di Gaeta, uno di Trieste e tre campani, compreso lo stesso comandante) e 17 marittimi indiani. La motonave, di proprietà degli armatori napoletani 'Fratelli D'Amato', è stata attaccata in alto mare, martedì alle 6:57, a colpi di mitra e lanciarazzi da cinque pirati su un barchino. I pirati sono poi riusciti a salire a bordo e a prenderne il controllo, dirigendo verso le coste della Somalia. Sulle sue tracce si è subito messa la fregata della Marina militare Zeffiro, che attualmente dovrebbe essere a ridosso della petroliera e sta monitorando la situazione.

venerdì, 11 febbraio 2011