29/03/2017

Schumacher è in coma
"situazione critica"

Parlano i medici francesi: la situazione resta critica.Il pilota supercampione del mondo di Formula 1 era caduto sugli sci in Alta Savoia, battendo la testa. Operato una seconda volta nella notte all'ospedale di Grenoble. I tweet preoccupati dei personaggi dello sport.

Schumacher &#232; in coma<br>
"situazione critica"

SCHUMACHER

GRENOBLE - "Al momento e' nel reparto di rianimazione e non possiamo pronunciarci sul suo futuro. Nella notte abbiamo ridotto l'edema cerebrale e la situazione resta critica". Cosi', in una conferenza stampa, i medici dell'ospedale di Grenoble, in Francia, dove e' ricoverato da Michael Schumacher. Il 7 volte campione del mondo di Formula 1, Michael Schumacher, si trova ricoverato in ''coma'' all'ospedale di Grenoble, in Francia, dopo una caduta sugli sci a Meribel, avvenuta ieri. Schumacher, 45 anni il prossimo 3 gennaio, ''ha riportato un grave trauma cranico cadendo e battendo la testa su una roccia'', mentre sciava con suo figlio, come riferisce un comunicato diffuso dall'ospedale di Grenoble. L'ex pilota di Benetton, Ferrari e Mercedes ''presenta un grave trauma cranico che ha richiesto un immediato intervento neurochirurgico'', precisa il comunicato. Schumacher si trovava a Meribel, dove possiede una casa, in compagnia del figlio 14enne. Al capezzale del pilota tedesco, all'ospedale di Grenoble, la moglie Corinna Betsch e i figli Gina Maria e Mick. Secondo quanto riferito dalla sua portavoce, Sabine Kehm, l'ex campione, ''indossava il casco al momento dell'impatto con la roccia''. A seguire l'evolversi del quadro clinico e' il professor Gerard Saillant, giunto appositamente da Parigi, che l'aveva operato in occasione dell'incidente nel Gp di Gran Bretagna di Silverstone, nel 1999, quando Schumi si fratturo' la gamba destra, tornando pero' a correre le ultime due gare della stagione. Il mondo dello sport e non solo della Formula 1 segue con apprensione la condizione di Michael Schumacher e twitter è diventata una bacheca virtuale di messaggi di solidarietà: da parte di Giancarlo Fisichella, Rubens Barrichello, Sebastian Vettel, Jenson Button, ma anche Alessandro Del Piero, Diego Milito, Boris Becker e Valentino Rossi.lunedì, 30 dicembre 2013