22/09/2019

[an error occurred while processing this directive]

Lavoro. Lunedì alla Camera la fiducia sul ddl, voto finale il 27 giugno

L'Aula di Montecitorio voterà quattro fiducie su altrettanti articoli della riforma. Proprio ieri il Governo, in una nota, aveva chiesto al Parlamento di accelerare l'esame sul provvvedimento per approvare la legge entro mercoledì. Il 28 c'è il Consiglio Europeo.

Lavoro. Lunedì alla Camera la fiducia sul ddl, voto finale il 27 giugno

Monti-Fornero

ROMA - Inizia l'ultima corsa parlamentare per l'approvazione del ddl di riforma del mercato del lavoro. Dopo la richiesta di ieri del Governo di accelerare l'esame della riforma, la conferenza dei Capigruppo della Camera ha deciso di calendarizzare il provvedimento per lunedì. Il via libera definitivo dovrebbe arrivare mercoledì 27 giugno attorno alle 19, in tempo per permettere al premier di arrivare all'appuntamento con il Consiglio d'Europa a testto approvato.

QUATTRO VOTI DI FIDUCIA. Per arrivare a questo risultato, però, saranno necessari quattro voti di fiducia, uno per ogni articolo del testo, e il voto finale al provvedimento. Nel dettaglio, la discussione generale sul ddl lavoro inizierà lunedì mattina alle 11. Attorno alle 18 ci sarà invece il voto su eventuali pregiudiziali di costituzionalità, se verranno presentate. Dopodichè, il governo porrà la questione di fiducia. Dopo le 18 di martedì, quindi, inizieranno le 4 'chiame' dei deputati, che si dovrebbero concludere nella mattinata di mercoledì, visto che la maggioranza ha garantito un 'autocontingentamento' dei tempi.

IL VOTO FINALE IL 27 GIUGNO. Prima del voto finale, previsto mercoledì dalle 17 (con dichiarazioni di voto in diretta Tv), ci sarà anche il voto sugli ordini del giorno. Il termine per la presentazione degli emendamenti per l'Aula è stato fissato per lunedì alle ore 11, quello per la presentazione degli ordini del giorno per lunedì alle 18.

giovedì, 21 giugno 2012