23/03/2019

[an error occurred while processing this directive]

Europa League, Lazio ai quarti. All'Inter non basta il 4-1

I biancocelesti qualificati battendo nel ritorno degli ottavi lo Stoccarda 3-1. I nerazzurri sfiorano l'impresa contro il Tottenham: non è sufficiente un 4-1. Fatali i supplementari.

Europa League, Lazio ai quarti. All'Inter non basta il 4-1

Lazio 3-1 sullo Stoccarda

ROMA - La Lazio si è qualificata per i quarti di finale di Europa League: nel ritorno degli ottavi i biancazzurri hanno battuto lo Stoccarda 3-1. All'andata la Lazio aveva vinto 2-0. L'Inter invece ci mette, cuore, grinta e fiato e per poco non riesce nell'impresa: al 90', infatti, l'undici di Andrea Stramaccioni aveva rimontato lo 0-3 del "White Hart Lane", grazie a un Cassano in grandissima serata, autore del primo gol. Ma ai nerazzurri sono fatali i supplementari. Il Tottenham, infatti, parte forte e dopo tre palle-gol mette dentro quella decisiva con Adebayor al 6'. Il gol di Alvarez al 5' del secondo extra time non basta ai nerazzurri per accedere ai quarti. L'inter vince 4-1 ma sono gli inglesi a passare il turno.

La Lazio torna ai quarti di finale di una competizione europea dopo 10 anni dall'ultima volta (Coppa Uefa 2002-2003). I biancocelesti di Petkovic hanno giocato in uno Stadio Olimpico deserto causa squalifica Uefa. I padroni di casa si sono portati in vantaggio in avvio grazie a due gol di Kozak siglati rispettivamente al 6' e all'8', mentre nella ripresa sono stati i tedeschi a provare a riaprire la sfida con la rete di Hajnal al 17' prima del definitivo 3-1 firmato al 42' ancora da Kozak, ora capocannoniere di Europa League.

LA CRONACA. Al 13', su una ripartenza, Cassano si invola sulla sinistra, entra in area e calcia in porta, ma Friedel para a terra. Al 20' Cassano non sbaglia, schiacciando di testa in gol, su splendido assist di Palacio. Al rientro in campo l'Inter trova subito il raddoppio con Palacio che, al 7', su assist di Cambiasso, infila Friedel. Alla mezzora l'Inter completa la rimonta: punizione di Cassano che perfora la barriera, ma è decisiva la deviazione di Gallas che la mette dentro la propria porta. L'Inter preme e prima con Palacio e dopo con Benassi mette in difficoltà il Tottenham. Poi è Handanovic a salvare la partita, volando a deviare in corner sul tiro di Holtby. Al 44' Palacio pescato sulla destra dribbla due avversari, entra in area, ma è stanco e il tiro è fiacco. Al 47', dopo una giocata incredibile di Cassano, Cambiasso dalla sinistra fallisce di un nulla il gol della qualificazione nei 90'.

I SUPPLEMENTARI. Si va ai supplementari e nel giro di un paio di minuti il Tottenham va vicino al gol: prima Zanetti anticipa Lennon, poi Handanovic d'istinto para con il piede sul Vertonghen. Al 6', però, il portiere sloveno nulla può sulla deviazione in scivolata di Adebayor, lesto a replicare in gol la palla respinta dello stesso portiere interista sul tiro dei Dembelé, che aveva saltato Benassi. L'Inter accusa il colpo e la stanchezza appanna anche le idee. Ci prova Palacio di testa su corner dalla destra di Cassano. Sulla stessa azione si fa male Dembelé, colpito involontariamente con una gomitata dall'argentino alla testa. Il tempo si chiude con 5' di recupero per i soccorsi dati a Dembelé. Cassano in apertura del secondo extra time chiama alla parata in corner Friedel. Jonathan non ce la fa più ed entra Ranocchia, che gioca con la mascherina. A 10 minuti dalla fine Alvarez porta a quattro le reti dell'Inter. Il forcing finale, però, non trova la quinta rete che vale i quarti. L'ultima occasione è per Ranocchia di testa, su assist del solito Cassano.

I SORTEGGI. Gli accoppiamenti dei quarti di finale che coinvologono le otto squadre vincitrici degli ottavi di finale di Champions League saranno determinati da un sorteggio libero. A questo punto del torneo non vi sono squadre teste di serie e squadre appartenenti a una medesima federazione possono essere sorteggiate l'una contro l'altra. I quarti di finale si giocano con la formula della gara di andata e di ritorno, con le gare d'andata in programma martedì 2 e mercoledì 3 aprile e quelle di ritorno la settimana successiva, martedì 9 e mercoledì 10 aprile. La stessa procedura varrà per il sorteggio dei quarti di finale di Europa League, in programma giovedì 4 aprile e giovedì 11 aprile. I sorteggi delle semifinali si terranno invece venerdì 12 aprile, sempre a Nyon. Restano in corsa per la Champions League Juventus, Paris Saint-Germain (Francia), Borussia Dortmund (Germania), Real Madrid (Spagna), Bayern Monaco (Germania), Malaga (Spagna), Galatasaray (Turchia), Barcellona (Spagna). Per l'Europa League restano invece Fenerbahce (Turchia), Benfica (Portogallo), Newcastle (Gran Bretagna), Lazio, Tottenham (Gran Bretagna, Rubin Kazan (Russia), Basilea (Svizzera), Chelsea (Gran Bretagna).

giovedì, 14 marzo 2013