21/07/2019

[an error occurred while processing this directive]

Concordia, tutto pronto per la rotazione. Gabrielli: "Andrà bene"

Al via le operazioni, 10-12 ore la durata. Costo: 600 milioni. Il capo della Protezione Civile Franco Gabrielli: "In caso di esito cattivo, la responsabilità è mia". Accreditati 350 giornalisti, anche dalla Cina. Trombe d'aria in zona ieri, ma per oggi è previsto un miglioramento del tempo.

Concordia, tutto pronto per la rotazione. Gabrielli: "Andrà bene"

Concordia

ISOLA DEL GIGLIO - Tutto pronto per la rotazione del relitto della Costa Concordia. La Protezione civile, valutate le previsioni meteo, ha dato il via libera alle operazioni. Durata prevista 10-12 ore. "Nel tardo pomeriggio - ha annunciato ieri il capo del dipartimento Franco Gabrielli - avremo la certezza che è tutto è filato come immaginato". Tre le fasi previste: il disincaglio da due speroni di roccia che hanno penetrato lo scafo, la messa in tiro di una serie di cavi, il riempimento d'acqua dei cassoni. Il tutto dovrebbe consentire il riequilibrio dei pesi e la rotazione dello scafo. L'operazione è una prima assoluta: non c'è un precedente di dimensioni simili. Per questo i media di tutto il mondo la seguiranno con attenzione. La fase del parbuckling, appunto la rotazione dello scafo, è quella più delicata di tutto il progetto di recupero della nave naufragata al Giglio. Un progetto che ad oggi ha già richiesto un investimento di 600 milioni di dollari (poco più di 450 milioni di euro).

GABRIELLI: "ANDRA' BENE". Andrà bene al "100 per cento", ha assicurato Gabrielli. Quindi si sente tranquillo? "Io porterò - ha risposto - la responsabilità se andrà male, ma i meriti sono di chi ha lavorato ai progetti a partire da Costa Carnival, e chi sul versante pubblico ha controllato e verificato che tutto fosse corrispondente alle raccomandazioni". Più sicuro il direttore delle operazioni Nick Sloane: "Ora - ha detto - sappiamo molto di più dell'anno scorso sulla Costa Concordia: sappiamo quali sono i suoi punti deboli, abbiamo aggiunto strutture di base. Vorrei rassicurare gli isolani".

INCOGNITA METEO. Ieri ci sono state alcune trombe d'aria nella zona, ma le previsioni meteo indicano per oggi un miglioramento del tempo tale da garantire l'operazione di raddrizzamento del relitto. Il resto della settimana sono invece previste condizioni instabili per il transito di alcune perturbazioni.


RICERCA DEI DISPERSI. Solo dopo il completamento delle operazioni di rotazione si potrà riprendere a cercare i corpi delle due persone che risultano ancora disperse: si tratta di Maria Grazie Trecarichi, passeggera italiana, e Russel Rebello, membro dell'equipaggio di origini indiane. "Solo quando la nave sarà in sicurezza - ha spiegato Gabrielli - inizieranno le attività per il ritrovamento di questi due corpi, perché le due famiglie, una indiana e una italiana, abbiano i loro cari. Per noi è una priorità ma nessuna attività di ricerca dei corpi nella fase di rotazione della nave sarà fatta perché nessuno sia messo in pericolo. Appena la nave sarà stabilizzata allora inizieranno le ricerche".

LE OPERAZIONI. Per lo stesso motivo nessuno sarà a bordo della Costa Concordia durante le operazioni di rotazione: tutto sarà guidato a distanza da una sala di controllo, posizionata su una chiatta nelle immediate vicinanze della prua del relitto. Per trasmettere tutti i comandi e ricevere segnali da questa posizione remota - ad esempio attivare i martinetti idraulici, aprire e chiudere le valvole dei cassoni, ricevere informazioni sulla posizione del relitto - sono stati installati due cordoni ombelicali (uno di back-up all'altro), ossia cavi che garantiscono il collegamento fra la control room e il relitto. Il team che opererà dalla sala controllo è composto da una decina di tecnici, guidati da Sloane.


Redazione online

lunedì, 16 settembre 2013