14/08/2020

[an error occurred while processing this directive]

In arrivo il ciclone, la gente si prepara

Le autorità del Bangladesh e di Myanmar hanno ordinato l'evacuazione di migliaia di persone per l'arrivo del ciclone Mahasen nei pressi delle zone costiere. Il suo arrivo è previsto tra domani e dopodomani e potrebbe portare devastazioni anche in India.

» Segnala ad un amico
In arrivo il ciclone, la gente si prepara

L'arrivo del ciclone, persone evacuate

RANGOON - Il ciclone Mahasen che sta attraversando l'oceano Indiano minaccia 8,2 milioni di persone sulle coste di India, Bangladesh e Myanmar, nonostante ieri sia stato declassato alla categoria 1.  Lo fa sapere l'Ufficio delle Nazioni unite per gli affari umanitari. In Myanmar il governo ha deciso l'evacuazione di circa 166mila persone. In gran paret di si tratta di musulmani di etnia Rohingya ceh dalle violenze settarie dell'anno scorso vivono in precari campi di sfollati nello stato Rakhine. Anceh in Bangladesh le autorità hanno ordinato l'evacuazione per i residenti delle zone costiere.

L'arrivo del ciclone sulla terraferma è previsto tra domani e dopodomani e la maggior preoccupazione è per la Birmania. Nel 2008 il sud del Paese fu devastato dal ciclone Nargis, che spazzò via interi villaggi e causò la morte di oltre 130mila persone. Il ciclone Mahasen e' stato retrocesso ieri a categoria 1 ma, ha avvertito ieri l'ufficio Onu per il coordinamento degli aiuti umanitari (Ocha), pone a rischio un'area con oltre 8 milioni di abitanti. Mahasen dovrebbe toccare terra nella citta' di Chittagong, in Bangladesh, e potrebbe portare devastazioni anche in India e Birmania. Particolare preoccupazione si vive lungo la fascia costiera del Bangladesh, nella zona di Cox's Bazaar, dove vivono circa 300.000 rifugiati Rohingya, ospitati nei campi. Le autorita' hanno dislocato nell'area 113 team medici.

mercoledì, 15 maggio 2013