24/08/2017

Camera, primo sì ad abolizione Province

Ieri sera l'aula della Camera ha approvato il disegno di legge sulle Province e le città metropolitane con 277 voti favorevoli e 11 contrari di Sel. Non hanno partecipato al voto in segno di protesta la Lega Nord, Forza Italia e il Movimento 5 Stelle.

Camera, primo sì 
ad abolizione Province

Dario Franceschini

ROMA - "La Camera questa notte ha approvato il ddl di riordino delle città metropolitane, province, unioni e fusioni dei Comuni, che ora andrà al Senato. Il ddl è passato con 277 sì dei deputati e delle deputate della maggioranza, 11 voti contrari, soprattutto Sel. Sono usciti dall'aula senza votare Forza Italia, Movimento 5 Stelle e Lega Nord.

PROVINCE E SOCIAL NETWORK - Dopo tanti anni di attesa, un passo avanti enorme per semplificare i livelli amministrativi del paese ed essere più vicini a cittadini e imprese". Così su Facebook il ministro per gli Affari regionali, Graziano Delrio, rivendica il merito del ddl province approvato a mezzanotte dalla Camera. Delrio elenca "i punti salienti: le 9 città metropolitane, dopo trent'anni, per dare slancio alla crescita del paese; per la prima volta non ci saranno le elezioni provinciali e, in attesa del disegno costituzionale di abolizione, le province si riducono a enti leggeri con poche funzioni, molto utili ai comuni; i piccoli comuni potranno lavorare piu' facilmente insieme, nelle unioni, con meno burocrazia e piu' autonomia; si lavora alla soppressione di centinaia di enti impropri e inutili e si inizia la riorganizzazione dello Stato. Se tutto questo sembra poco..." conclude il ministro.domenica, 22 dicembre 2013