22/03/2019

[an error occurred while processing this directive]

Paura in Piemonte, piena del Po attesa a Torino

Oltre 500 sfollati nell'alessandrino. A Torino chiusi cimiteri e attività lungo il Po. Cota: "Si sposti solo chi ha necessità". Esondato il fiume Bormida. In Toscana situazione critica anche nel sud della Regione. Allerta nel Lazio, fiume Tevere sotto osservazione.

» Segnala ad un amico
Paura in Piemonte, piena del Po attesa a Torino

Maltempo

TORINO - A Torino domani le scuole rimarranno chiuse per il maltempo. E' stato di allerta in tutto il Piemonte. Cimiteri chiusi e ogni attività sospesa sulle sponde del Po, nel capoluogo piemontese, per paura della piena del fiume. Lo dispone un'ordinanza, immediatamente esecutiva, firmata dal sindaco Piero Fassino. Il provvedimento prevede inoltre il divieto di circolazione e sosta di veicoli e pedoni nell'area dei Murazzi nel tratto dal ponte Umberto I fino all'incrocio tra corso San Maurizio e via Napione.

PAURA DEL PO. L'ordinanza è stata decisa sulla base del bollettino di allerta meteoidrologica emesso dall'Arpa, che innalza il livello di criticità dovuta alle piogge da 2 a 3, e del monitoraggio effettuato durante la giornata dal personale della protezione civile e della polizia municipale. E' previsto un aumento del livello delle acque del Po. Sgombero di molti paesi in provincia di Novara, Alessandria e Vercelli. Il Po, secondo la Coldiretti, è salito di 4,5 metri in un giorno.

CINQUECENTO SFOLLATI NELL'ALESSANDRINO. Sono 522 le persone interessate dalle ordinanze di evacuazione emesse dai sindaci dell'Alessandrino che hanno accolto l'invito, diffuso sabato da Prefettura e Provincia a 47 Comuni del territorio, a far allontanare dalle proprie abitazioni i cittadini che si trovano nelle aree golenali dei fiumi Po, Tanaro e Bormida, in vista delle piene attese tra domenica mattina e domenica sera. “Tutte queste persone - precisano dalla Prefettura - sono state allontanate dalle zone a rischio. Nel conteggio non sono compresi i dati relativi al capoluogo".

COMUNE ALESSANDRIA ANNULLA CELEBRAZIONI ALLUVIONE '94. L'Amministrazione comunale di Alessandria ha annullato tutte le manifestazioni per ricordare il 17mo anniversario dell'alluvione del 1994. E' stata anche annullata la partita di calcio tra Savona e Alessandria, in programma domani nella città ligure.

APPELLO DI COTA.
Non spostarsi in Piemonte se non in caso di necessità. Il governatore Roberto Cota si rivolge ai cittadini piemontosi e rinnova l'invito, che ripete da giorni di ''non sostare sui ponti ed a tenersi lontani dai corsi d'acqua'', di ''ridurre all'essenziale gli spostamenti'' e ''di evitare i sottopassi. Il maltempo infatti si è spostato in Piemtone, dove le piogge continueranno a cadere fino a domenica.

CRITICA LA SITUAZIONE NELL'ALESSANDRINO. La situazione più critica nell'Alessandrino. Una decina di famiglie, che abitano in cascine alla periferia di Alessandria, sono state fatte evacuare a causa dell'esondazione del fiume Bormida. Vicino al fiume Tanaro che, straripando, causò molte vittime nell'alluvione di 17 anni fa, una quindicina di famiglie sono stare evacuate a scopo precauzionale dalle proprie abitazioni a Ovada. I tecnici hanno infatti rilevato una serie di movimenti franosi che potrebbero creare problemi.

SITUAZIONE IN TOSCANA. Piogge e forti scrosci temporaleschi oggi in Lunigiana, e diversi allagamenti nella zona di Aulla (Ms). Allerta moderata anche nel Grossetano. La Protezione Civile regionale ha esteso l'avviso di "criticità moderata" ad alcune zone del sud della Toscana: medio bacino dell'Ombrone grossetano, bacino del fiume Bruna e foce dell'Ombrone, bacino del fiume Albegna e bacino del fiume Fiora.

ALLERTA NEL LAZIO. Polizia fluviale al lavoro sul Tevere: gli specialisti della Questura di Roma hanno fatto scattare il piano per il monitoraggio delle acque del Tevere e dei suoi affluenti. I controlli, che per ora non fanno registrare soglie di allerta, sono stati predisposti in vista delle possibili precipitazioni. In particolare si verifica la presenza di eventuali ostacoli che in caso di ingrossamento delle acque del fiume potrebbero essere trascinate generando situazioni di pericolo. 

Sunday, 06 November 2011