14/08/2020

[an error occurred while processing this directive]

Yemen, Saleh annuncia: "Lascio il potere"

Il presidente yemenita lo annuncia in un discorso alla tv di Stato: "Rifiuto il potere e continuerò a farlo. Lo lascerò nei prossimi giorni".

Yemen, Saleh annuncia: "Lascio il potere"

Il presidente Saleh

SANAA - "Rifiuto il potere e continuerò a rifiutarlo. Lascerò il potere nei prossimi giorni'', ha detto Saleh in un discorso alla tv di Stato. La dichiarazione del presidente yemenita arriva il giorno dopo la consegna del Nobel per la Pace a Tawakkul Karman, l'attivista per i diritti civili che ha svolto un ruolo di primo piano nelle rivolte in corso nel Paese.

IL DISCORSO E LE DIMISSIONI. Saleh è al potere nello Yemen da 33 anni, ma negli ultimi giorni le sue condizioni di salute sono peggiorate ''in modo significativo'' da quando, il 23 settembre, ha fatto ritorno in patria dall'Arabia Saudita, dove a giugno era stato ricoverato per le ferite subite in un tentativo di omicidio. Secondo l'agenzia Mareb Press, Saleh avrebbe problemi "di respirazione e di udito"; alcuni medici hanno consigliato al presidente, 69 anni, di andare fuori dal Paese per curarsi in modo adeguato. 

IL TRASFERIMENTO DEI POTERI. Intanto, in giornata, un gruppo di religiosi musulmani ha rivolto oggi un appello al presidente Saleh affinché provveda ''rapidamente'' al trasferimento dei poteri per mettere fine allo spargimento di sangue nel Paese. ''Il mantenimento del potere da parte del presidente Saleh potrebbe fornire un pretesto a un intervento esterno nel Paese e a una internazionalizzazione del problema dello Yemen", hanno detto gli imam in una dichiarazione congiunta. I religiosi hanno quindi chiesto alle forze della sicurezza e dell'edercito di non adempiere agli ordini di sparare sui manifestanti anti-governativi.

SCONTRI A TAIZ. Intanto proseguono le proteste dei civili, che da mesi chiedono la fine di Saleh. Questa mattina a Taiz (nel sud del Paese) ci sono stati alcuni tafferugli, tra le forze fedeli al presidente Alì Abdullah Saleh e i suoi oppositori. Al momento non ci sono notizie di vittime.


sabato, 08 ottobre 2011