16/06/2019

[an error occurred while processing this directive]

Grecia, nuova tassa sugli immobili. Governo: "Saranno mesi infernali"

Annunciate misure di austerità per 2 miliardi e mezzo di euro per sbloccare gli aiuti internazionali. Il premier Papandreou: "Centreremo gli obiettivi".

Grecia, nuova tassa sugli immobili. Governo: "Saranno mesi infernali"

Georgios Papandreou

ATENE - Nuove misure di austerità si abbattono sui cittadini greci: per sbloccare gli aiuti internazionali, infatti, il governo di Giorgos Papandreou ha messo a punto due miliardi e mezzo di euro di provvedimenti. Fra questi, spiacca una nuova tassa sulla proprietà di immobili. Secondo quanto precisato dal ministro delle Finanze greco, Evangelos Venizelos, la tassa entrerà in vigore dal 2012 e avrà durata due anni. L'imposta "straordinaria" dovrebbe ammontare a 4 euro per metro quadrato, interessare tutti gli immobili di proprietà ed essere raccolta "attraverso le tariffe elettriche".

IL MINISTRO: "MESI INFERNALI". La priorità, ha detto Venizelos secondo l'agenzia Bloomberg, è "centrare i target di risanamento 2011 e 2012, considerando un gap di deficit di 17,1 miliardi per quest'anno e un buco di bilancio di circa due miliardi di euro". Lo stesso ministro ha annunciato che "settembre e ottobre saranno mesi infernali", chiedendo a forze politiche e popolazione di "parlare con una voce sola" e compiere uno "sforzo nazionale" per far cambiare la cattiva percezione che si ha della Grecia all'estero, che ha rinnovato i rumours su un possibile fallimento.

APPROVAZIONE DELLA COMMISSIONE UE. Il premier Papandreou si è detto convinto che con "nuovi aiuti" la Grecia "centrerà i suoi obiettivi" di budget e ha ribadito di essere contrario a elezioni anticipate: "Non è tempo di voto, è tempo di combattere", ha detto. Il nuovo piano di austerità deciso in Consiglio dei ministri è stato accolto positivamente dalla Commissione europea. Il commissario per gli Affari economici e monetari Olli Rehn ha sollecitato poi ancora una volta i Paesi dell'Eurogruppo a superare i problemi aperti e rendere operativo al più presto il potenziamento del fondo salva-Stati (Efsf).

VERIFICHE DELLA 'TROIKA'. Esperti della Commissione torneranno nei prossimi giorni ad Atene per assistere le autorità locali nel lavoro di messa a punto dei nuovi interventi. "Una volta che la Grecia rispetterà le condizioni, il lavoro di verifica della troika Unione europea-Banca centrale europea-Fondo monetario internazionale potrà essere completato entro la fine del mese",  ha aggiunto Rehn.

domenica, 11 settembre 2011