13/11/2019

[an error occurred while processing this directive]

Anonymous si vendica del suicidio di Aaron Swartz

Gli hacker hanno attaccato il sito dell'Mit di Boston. Intanto tutto il web si è mobilitato: migliaia di internauti ma anche di ricercatori in tutto il mondo lo ricordano rendendo disponibili i loro lavori in formato open access su twitter con l'hashtag #pdftribute.

Anonymous si vendica
del suicidio di Aaron Swartz

Aaron Swartz

BOSTON - Anonymous rivendica gli attacchi ai siti del Massachusetts Institute of Technology, su cui sono apparsi messaggi per ricordare Aaron Swartz, il 26enne genio del Web e appassionato difensore della liberta circolazione di informazione sulla rete, che si è suicidato sabato scorso.

LE ACCUSE DEL MIT. Swartz era stato accusato di aver violato il sistema degli articoli scientifici del Mit, il cosiddetto Jstor, scaricando milioni di articoli e violando, secondo l'accusa, il loro coyright digitale. L'azione portò all'arresto del giovane che, poi rilasciato, avrebbe dovuto fronteggiare il processo nei prossimi mesi. Un processo intentato dalla procura di Boston sulla base di leggi severissime che avrebbero potuto portare anche ad una durissima condanna.

IL MESSAGGIO DI ANONYMOUS. Anonymous ha anche pubblicato, sempre sui siti del Mit, messaggi in cui si chiede una riforma delle leggi per colpire gli hacker. I messaggi di Anonymous sono arrivati dopo che il presidente del Mit, Rafael Reif, ha scritto una lettera a studenti e docenti in cui ribadisce che tutti "sono rattristati dalla morte di un giovane così promettente che aveva ispirato così tante persone". "Mi rattrista pensare che il Mit abbia giocato un ruolo nella serie di eventi che sono sfociati in tragedia", ha poi aggiunto. Una difesa all'attacco lanciato dalla famiglia di Swart al Mit per la lunga battaglia legale. "La morte di Aaron non è semplicemente una tragedia personale - hanno detto i familiari - ma è il prodotto di un sistema di giustizia penale che trabocca intimidazione e metodi eccessivi da parte dei procuratori. Le decisioni prese dalla procura del Massachussets e dal Mitt hanno contribuito alla sua morte".

IL TRIBUTO DELLA RETE. Intanto, da giorni migliaia di ricercatori in tutto il mondo ricordano Swartz rendendo disponibili i loro lavori in formato open access su twitter, con l'hashtag #pdftribute.lunedì, 14 gennaio 2013