17/12/2017

'La grande gellezza' in corsa per l'Oscar

'La grande gellezza' in corsa per l'Oscar

Toni Servillo in La grande bellezza

LOS ANGELES - La grande bellezza di Paolo Sorrentino entra nelle nomination come miglior film straniero: la premiazione il 2 marzo a Los Angeles. L'ultima candidatura italiana come miglior film straniero è del 2006 con La bestia nel cuore di Cristina Comencini. L'ultima statuetta nel '99 con 'La vita è bella', che ebbe anche il premio come migliore attore a Roberto Benigni e a Nicola Piovani per la colonna sonora.

I PRECEDENTI: 12 STATUETTE. Come miglior film straniero, l'Italia può vantare dodici statuette: 'Sciuscià' di Vittorio De Sica (1947), 'Ladri di biciclette' (1950) ancora di De Sica. Poi nel 1957 'La strada' di Federico Fellini che l'anno dopo lo vinse di nuovo con 'Le notti di Cabiria' (1958). Fellini con 'Otto e mezzo' ebbe di nuovo l'Oscar nel 1963 e poi ancora nel 1974 per 'Amarcord' (e un commovente Oscar alla carriera nel '93, l'anno della sua morte). Terzo Oscar nel 1965 per Vittorio De Sica con 'Ieri, oggi e domani' e un quarto nel '71 per 'Il giardino dei Finzi Contini'. L'anno prima, 1970, è italiano il miglior film straniero per 'Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto' di Elio Petri. L'Italia torna a vincere nella categoria con 'Nuovo cinema paradiso' di Giuseppe Tornatore nel 1990 - nel mezzo un prestigioso miglior regista a Bernardo Bertolucci con 'L'ultimo imperatore' che nel 1988 ebbe in totale 4 statuette. Il '92 è l'anno di Gabriele Salvatores e di 'Mediterraneo'. Infine il ciclone Roberto Benigni: 1999 miglior film straniero è 'La vita è bella' e Benigni il miglior attore. giovedì, 16 gennaio 2014