28/01/2021

[an error occurred while processing this directive]

Albania, Berisha: "Non sopporteremo altra violenza"

Dopo la guerriglia in strada con morti e feriti, l’opposizione non cede e annuncia nuove manifestazioni di piazza. "Solo se saranno pacifiche", l’avvertimento del premier.

» Segnala ad un amico
Albania, Berisha: "Non sopporteremo altra violenza"

I funerali di una vittima degli scontri

TIRANA (ALBANIA) – Ancora tensione in Albania a pochi giorni dalla manifestazione antigovernativa di Tirana in cui sono morte tre persone. "Il governo è favorevole alle manifestazioni di protesta, purché siano pacifiche e nei limiti della legge. Non sopporteremo altre azioni di violenza". Lo ha detto il premier albanese, Sali Berisha, durante un incontro con diversi ambasciatori a Tirana, secondo quanto riferisce una fonte diplomatica. Stamani il leader dell'opposizione Edi Rama ha annunciato una nuova manifestazione contro il governo per venerdì prossimo nella capitale albanese. Il capo dell'opposizione Edi Rama "ha tentato un colpo di stato, se ci proverà una seconda volta avrà una punizione esemplare, quello che merita ogni bandito", ha ribadito Berisha.

ORDINATO L'ARRESTO DI SEI UFFICIALI.
L'opposizione accusa la polizia e le unità della guardia della Repubblica di essere responsabili della morte dei tre manifestanti. La procura generale di Tirana ha emesso sei ordini di arresto nei confronti di ufficiali della guardia della Repubblica: si tratterebbe dei massimi vertici della guardia tra cui anche il comandante Ndrea Prendi, che ha il grado di generale. La polizia continua a rifiutare di eseguire gli arresti senza dare nessuna spiegazione. I vertici della guardia repubblicana sono stati accusati di "omicidio plurimo, uso eccessivo della forza e abuso d'ufficio".

LA MANIFESTAZIONE.
In ricordo delle persone uccise nella manifestazione antigovernativa, Rama ha detto che ha intenzione di organizzare una grande manifestazione. Per il leader dell'opposizione bisogna "aprire una nuova pagina per l'Albania e ristabilire lo stato di diritto". E commentando l’annuncio fatto ieri dal primo ministro Sari Berisha di una manifestazione per rispondere a quella antigovernativa di venerdì, Rama ha detto : “È una manifestazione a suo sostegno, con uno slogan che è il colmo del cinismo: 'contro la violenza'. Ma quale violenza? La sua?”.

 

 

 

domenica, 23 gennaio 2011Aggiornato:domenica, 23 gennaio 2011, 18:21