26/03/2017

M5S deposita denuncia stato d'accusa per Napolitano

Il Movimento 5 Stelle "ha formalmente depositato in entrambi i rami del Parlamento la denuncia per la messa in stato d'accusa del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano". Lo rende noto un comunicato del gruppo del Senato.

M5S deposita denuncia stato d'accusa per Napolitano

Giorgio Napolitano

ROMA - Nella conferenza stampa, in Sala Nassirya al Senato, Luigi Di Maio, vicepresidenteCamera dei Deputati, ha presetnato formalmente presentato la messa in stato di accusa del Presidente della Repubblica.Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano non e' piu' arbitro ma e' diventato giocatore con la fascia da capitano. E' la denuncia del Movimento 5 Stelle che sta presentando la richiesta di messa in stato d'accusa del Capo dello Stato. "Se qualcuno vuole ancora dubitare del fatto che da arbitro e' diventato giocatore con fascia da capitano, ha gli occhi chiusi". Lo ha detto Luigi Di Maio, vice presidente della Camera e deputato M5S.

RIFORMA DEL VOTO - La riunione al Quirinale del 24 ottobre 2013 con le forze di maggioranza e i rappresentanti del governo e' uno degli elementi del j'accuse del Movimento 5 Stelle nei confronti del presidente Napolitano. Ad elencarlo, nella conferenza stampa in cui si sta presentando la richiesta di messa in stato d'accusa, e' il capogruppo a Montecitorio Federico D'Inca'. "Il 24 ottobre 2013 ha convocato alcune parti politiche" per le modifiche della legge elettorale, "ma non tutte. Fuori sono rimasti non solo i rappresentanti del Movimento 5 Stelle ma non sono stati fatti partecipare quasi nove milioni di elettori", ha sottolineato.giovedì, 30 gennaio 2014