16/12/2017

Russell Crowe: io, padre di Superman, a dieta

Presentato in anteprima ieri sera al Taormina l'"Uomo d'Acciaio" del regista Zack Snyder, che sarà nelle sale il 20 giugno. Oltre al protagonista, l'attore inglese Henry Cavill nel ruolo di Clark Kent/Superman,c'era anche Russel Crowe che nel film interpreta il padre biologico di Superman.

Russell Crowe: io, padre di Superman, a dieta

Russel Crowe

TAORMINA - Una cosa è certa: Russell Crowe, padre biologico dell''Uomo d'acciaio', film di Zack Snyder presentato al Festival di Taormina, si deve mettere a dieta. Ci scherza su lo stesso attore: ''Prima o poi - dice - arriva per tutti il tempo in cui bisogna mettersi a regime''. Per il resto, il suo ruolo di padre di Superman e' davvero sentito perche' in questo 'Uomo d'acciaio' rivisitato e' fondamentale il ruolo dei padri. Il padre interpretato da Crowe (Yor-El) come quello del padre adottivo sulla terra (Kevin Costner).

NELLE SALE A FINE GIUGNO - Insomma nel blockbuster in 3D e 2D, che sarà distribuito dalla Warner da giovedì 20 giugno, sono di scena tanta famiglia, valori e anche la necessita' di fare i conti con il passato e con una civilta' che muore: quella di Krypton. Nel film, interpretato dall'attore inglese Henry Cavill nel ruolo di Clark Kent/Superman, il protagonista vive un'infanzia piu' che difficile, perche' incapace di gestire i suoi poteri. E ancora più difficile saRà per lui scoprire chi è davvero e da dove viene quando gli appare l'immagine virtuale del padre biologico che racconta come lo abbia spedito sulla terra per salvarlo dalla distruzione del suo pianeta d'origine. Insomma le spalle d'acciaio di Superman devono vedersela questa volta, oltre che con tanti nemici, anche con due famiglie e due madri, quella terrestre Martha Kent (Diana Lane) e quella di Krypton (Julia Ormond).

SUPERFILM SUPERMAN - Il film, pieno di effetti speciali, è interpretato anche da Amy Adams, nel ruolo della giornalista del Daily Planet Lois Lane, e da Laurence Fishburne, in quello del direttore del giornale, Perry White. Ma in questa sorta di prequel di Superman, pre-Clark Kent giornalista, il nostro eroe dovrà combattere soprattutto con le sue origini che andranno a raggiungerlo fin sulla terra. Contro il supereroe arriveranno infatti due kryptoniani sopravvissuti e armati di tutto punto, il malvagio Generale Zod (Michael Shannon) e Faora (Antje Traue) con cui sarà guerra tra i grattacieli d'America in un'evidente sindrome da Torri gemelle. ''Ho visto tutti i film di Marlon Brando, dunque anche quello che interpreta il mio ruolo, il padre di Superman'', racconta Crowe.

NESSUN SOPRALUOGO SUL PIANETA KRYPTON ''Io sono abituato a fare ricerche sui ruoli che interpreto, ma non èstato il caso di questo film, che fa riferimento a un pianeta che nessuno conosce. Per quanto riguarda il ruolo di padre, ho due ragazzini e mi sono chiesto se ne avrei mandato uno lontano da me per salvare un'altra razza. E' una decisione terribile, anche se ogni genitore vuole che il proprio figlio viva il più a lungo possibile''. Crowe, invece, glissa alla grande alla domanda su cosa conosca del cinema italiano e dei suoi registi: ''Ce ne sono cosi' tanti - dice - che per me e' difficile elencarli''. Il protagonista, Cavill, si difende contro chi lo accusa di essere stato ''l'uomo piu' sfortunato di Hollywood'' per i ruoli da lui mancati: ''Credo che per me non sia stato cosi' brutto, anzi forse divertente. Ho fatto tanti provini interessanti e forse anche questo essere sfortunato ha fatto si' che si parlasse di me''. Infine il regista si sofferma sugli aspetti cristologici del personaggio di Superman: ''I riferimenti a Gesu' Cristo non e' che ce li siamo inventati noi. Fanno parte della mitologia di Superman, in cui c'e' anche ovviamente l'idea di un bambino che viene mandato sulla terra per salvarla. Superman poi - ha concluso Snyder - è un caso a parte perchè è dentro la nostra cultura ed è stato tramandato da una generazione all'altra. Non volevo cosi' mancare di rispetto a questo simbolismo''.domenica, 16 giugno 2013