13/11/2019

[an error occurred while processing this directive]

'Ndrangheta, 19 arresti in Piemonte

Eseguita l'ordinanza nei confronti di persone ritenute esponenti di spicco della 'ndrangheta nel basso Piemonte. Dalle indagini, emersi rituali e affiliazioni secondo le tradizionali formule diffuse nella mafia calabrese.

'Ndrangheta, 19 arresti in Piemonte

Sequestro dei carabinieri

TORINO - Sono ritenuti esponenti di spicco delle cosche della 'ndrangheta nel basso Piemonte: per questo a 19 persone sono finite sotto custodia cautelare. L'ordinanza è stata emessa dal giudice per le indagini preliminari di Torino, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, ed è stata eseguita dai carabinieri del Ros.

RITUALI E AFFILIAZIONI. In particolare, gli arresti sono avvenuti nelle province di Asti, Alessandria e Cuneo, dove le indagini hanno consentito di documentare le dinamiche associative di alcune 'ndrine che coordinavano le proprie iniziative criminali, periferiche, con gli interessi della 'Ndrangheta centrale, in Calabria. E della mafia 'madre' riproducevano proprio il modello, con tanto di adozione delle tradizionali cariche e formule della 'Ndrangheta, rituali e affiliazioni.

IL PRECEDENTE. Lo scorso 8 giugno una operazione analoga, denominata 'Minotauro', aveva portato all'esecuzione di 151 ordinanze di custodia cautelare in tutta Italia proprio nei confronti di presunti affiliati a una rete 'ndranghetista diffusa nella Provincia di Torino: gli arresti furono 146 e cinque persone sono tuttora latitanti.martedì, 21 giugno 2011