21/03/2019

[an error occurred while processing this directive]

Don Ciotti convince il no tav a scendere dall'albero

Dopo due giorni di protesta, Turi Vaccaro torna a terra grazie alla mediazione del sacerdote fondatore del Gruppo Abele.

Don Ciotti convince il no tav a scendere dall'albero

Turi Vaccaro scende dall'albero

TORINO - Dopo due giorni tra le fronde di un albero, Turi Vaccaro torna a terra. L'attivita protestava contro la costruzione della Tav dall'alto di un cedro nei pressi del cantiere di Chiomonte: grazie alla mediazione di Don Ciotti, ha deciso di concludere la protesta sull'albero, pur continunado lo sciopero della fame e della sete.

TURI E DON CIOTTI. Turi Cordaro, detto Vaccaro era provato dalla protesta e aveva espresso ingiornata il desiderio che a trattare per la sua discesa fosse il sacerdote fondatore del Gruppo Abele, "per l'estremo rispetto" che l'attivista No Tav ha spiegato di nutrire per lui. Così, poco dopo le 19 ha lasciato l'albero vicino alla centrale idroelettrica, che è appena dentro l'area recintata per il cantiere della Torino-Lione. Turi viveva sull'albero da giovedì, senza mangiare né bere, se non la sua urina, con poche coperte in fibra naturale a ripararlo dal freddo della notte e dalla pioggia. 

LA MEDIAZIONE. Don Ciotti l'ha avvicinato portandogli la sua solidarietà. ''E' giusto - ha detto più tardi il fondatore di Libera - stare vicino a chi si batte per ideali che ritiene giusti. Non voglio giudicare se la Torino-Lione sia giusta o sbagliata, di certo, con l'Europa che arranca e l'Italia sulla soglia della bancarotta, le priorità sono altre: i soldi vanno investiti per il lavoro, per le politiche sociali, per il lavoro''.

CONTINUA LO SCIOPERO DI FAME E SETE. La protesta di Vaccaro proseguirà, a terra, dove Vaccaro continuerà a praticare lo sciopero della fame e della sete. Ex operaio Fiat, 57 anni, originario di Comiso (Ragusa), seguace delle filosofe orientali, il Turi tanto ammirato dal movimento No Tav ha nel suo curriculum proteste clamorose, tra le quali quella nella base Nato in Olanda, nel 2005, quando mise fuori uso due F16, prendendo a martellate i computer.
 

sabato, 06 agosto 2011