22/09/2019

[an error occurred while processing this directive]

Berlusconi: è pronta la riforma della giustizia

Il capo del governo annuncia che il testo sarà presentato la prossima settimana in Consiglio dei ministri.

» Segnala ad un amico
Berlusconi: è pronta la riforma della giustizia

Berlusconi

ROMA - La riforma della giustizia "è già ultimata" e arriverà in Consiglio dei ministri la prossima settimana. Lo ha annunciato il capo del governo Silvio Berlusconi. Il leader del Pdl ha fatto sapere di aver "lavorato con le forze del Parlamento per un accordo preventivo".

LA RIFORMA. Il testo presentato in Consiglio dei ministri dovrebbe differire dalla bozza sinora circolata almeno nella parte relativa all'elezione del Csm, per cui il Parlamento potrà eleggerne solo la metà. Resterebbero invece i punti riguardanti la separazione delle carriere tra magistratura inquirente e magistratura giudicante (pubblici ministeri e giudici), le sentenze di assoluzione, che sarebbero inappellabili, e le priorità del pubblico ministero, che verrebbero indicate dalla legge.

LODO ALFANO. Ieri la commissione Affari costituzionali del Senato ha approvato l'emendamento al lodo Alfano sulla cosiddetta "retroattività", la possibilità, cioè, che anche i processi cominciati prima del conferimento del mandato siano sospesi. Si tratta della parte forse più controversa della legge costituzionale definita "lodo Alfano", che prevede la sospensione dei processi a carico del Presidente della Repubblica e del capo del governo per tutta la durata del loro mandato istituzionale.

L'OPPOSIZIONE. Il Partito democratico di Pierluigi Bersani promette "barricate" in Aula, mentre il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini definisce la retroattività "un errore", ma esclude che i centristi pongano veti.

mercoledì, 20 ottobre 2010