26/10/2021

[an error occurred while processing this directive]

Media Usa: "Cadavere sepolto in mare"

Per il New York Times e la Cnn, che citano un funzionario americano, la salma Bin Laden (nella foto insieme ad Al Zawahiri) è stata portata in Afghanistan e poi seppellita in mare. La ragione: non creare un luogo di culto per gli estremisti islamici.

Media Usa: "Cadavere sepolto in mare"

Al Zawahiri e Bin Laden

NEW YORK - Il cadavere di Osama Bin Laden ''è stato portato in Afghanistan e poi seppellito in mare''. Ne dà notizia il New York Times, citando funzionari del governo statunitense che hanno scelto l'anonimato. Anche la Cnn ha riferito che Bin Laden è stato sepolto in mare e che il cadavere è stato ''trattato secondo la tradizione islamica''.La ragione della scelta sarebbe da ricercare nella volontà di non creare un luogo di culto per gli estremisti islamici. La notizia, tuttavia, non e' stata ancora confermata.

AL AZHAR - La presunta sepoltura in mare del corpo di Osama bin Laden viene contestata dall'Universita' egiziana di Al Azhar, secondo la quale la pratica non e' in linea con i dettami della religione musulmana. Lo rende noto dal Cairo un portavoce della piu' alta autorita' dell'Islam sunnita. Dello stesso avviso Mario Scailoja, presidente della sezione italiana della Lega musulmana mondiale, che all'AGI ha ricordato come "la sepoltura in mare, cosi' come la cremazione" sia vietata dall'Islam. "Il corpo - ha spiegato - deve essere inumato nella nuda terra, avvolto in un telo, entro 24 ore dal decesso".

AL-ARABIYA. La salma del leader di al-Qaeda, Osama Bin Laden, è stata seppellita in mare a seguito del rifiuto delle autorità saudite di portarla in uno dei cimiteri del paese. Secondo quanto riferisce la tv satellitare 'al-Arabiya', un portavoce americano nel confermare la notizia della sepoltura di Bin Laden in mare, ha aggiunto che "non c'e' nessun paese disposto ad ospitarle la salma" e ha sottolineato come "ci sia il timore che la sua tomba possa divenire luogo di pellegrinaggio per gli estremisti islamici".

 

lunedì, 02 maggio 2011