02/06/2020

[an error occurred while processing this directive]

Baby gang rapinava e terrorizzava i coetanei

Arrestati dieci ragazzi tra i 16 e i 22 anni che terrorizzavano i loro coetanei con furti e rapine in feste di compleanno, in discoteche e anche in strada.

» Segnala ad un amico
Baby gang rapinava
e terrorizzava i coetanei

Giovani violenti

VENEZIA - Terrorizzavano con furti e rapine coetanei e adulti, aggredendoli a feste, in discoteca e anche in strada. A sgominare una baby gang di mestre è stata la polizia di Venezia, che in mattinata ha arrestato dieci ragazzini tra i 16 e i 22 anni.

LE AGGRESSIONI. Nel gruppo c'erano giovani italiani e immigrati tra i 16 ed i 22 anni, che avevano come base operativa una sala giochi di Mestre. Tra gli episodi, l'aggressione violenta ad un dipendente di una pizzeria per asporto: la banda aveva ordinato una decina di pizze e poi dato un indirizzo fittizio al fattorino. Al suo arrivo, il dipendente è stato accerchiato e preso a calci e pugni talmente forti da fratturargli il naso e gli arti con una prognosi di 21 giorni. La vittima era stata anche rapinata di 500 euro, del cellulare, delle chiavi del motorino, mentre gli aggressori brindavano.

RAPINE. La banda rubava alle vittime delle rapine soldi, carte di credito e bancomat. E' emerso che la baby-gang aveva ormai maturato uno spregiudicato senso di onnipotenza, disprezzo per il rispetto della legalità, e la convinzione di non essere comunque puniti, anche per l'omertà diffusa tra i coetanei, restii a denunciare o a segnalare le violenze del branco in quanto condizionati dal timore di violente ritorsioni.

venerdì, 29 aprile 2011