22/02/2017

La Cenerentola di Rossini al Festival di Cartagena

La città patrimonio dell'Unesco si trasforma in luogo di incontro per il vecchio e il nuovo mondo, con una particolare attenzione all’eccellenza della cultura italiana.

La Cenerentola di Rossini al Festival di Cartagena

Cartagena

CARTAGENA - Tanti, tantissimi artisti italiani al Festival Internazionale di Musica di Cartagena (4 - 12 gennaio 2014), giunto alla sua ottava edizione. Tra le produzioni più attese La Cenerentola di G. Rossini diretta da Rinaldo Alessandrini.con un cast tutto italiano e realizzata con i giovani dell'Orchestra Giovanile Colombiana e con il Coro dell'Opera di Bogotà. Tra i protagonisti, Roberto De Candia (Dandini), Daniela Pini (Angelina) e Luciano Di Pasquale (Don Magnifico). Sul podio, Rinaldo Alessandrini. Anche quest'anno i musicisti invitati a esibirsi provengono da tutto il mondo: le sorelle Labèque, il Quartetto d'archi Borodin, Cristina Zavalloni, l'Orchestra da Camera Orpheus, il pianista Sergei Babayan, con programmi che spaziano da Petruška di Stravinskij ai Quadri di un'esposizione di Musorgskij, dal Concerto per due pianoforti e orchestra di Poulenc alle musiche di Nino Rota e di Bernstein per citarne alcuni. Il Festival ha intensificato la sua attenzione anche all'educazione musicale, trasformando la città in un laboratorio sociale. L'Università di Cartagena sarà il quartier generale per le masterclass e i workshop di liuteria che si affiancheranno alla programmazione musicale. Tanti poi saranno i concerti che verranno presentati nelle aree periferiche della città. Per tutti gli appuntamenti sono state scelte location esclusive: Piazza San Pedro, il Teatro Adolfo Mejía, il castello di San Felipe, l'Hotel Santa Clara e Popa Hill. L'atmosfera magica della città renderà ancora più suggestive le performance di tutti gli artisti ospiti.lunedì, 23 dicembre 2013