22/09/2019

[an error occurred while processing this directive]

Monti: "Governo si impegna a risolvere questione esodati"

"Il Governo - si legge nella nota di Palazzo Chigi - ha chiesto al Parlamento di accelerare l'esame sulla riforma del mercato del lavoro" per approvare la legge "entro il 27 giugno". Il 28 c'è il Consiglio Europeo.

Monti: "Governo si impegna a risolvere questione esodati"

Mario Monti

ROMA - "Il Governo ha chiesto al Parlamento di accelerare l'esame sulla riforma del lavoro per approvarlo entro il 27 giugno, affinché il Consiglio Europeo possa prendere atto del varo di questa importante riforma strutturale". E' quanto si legge in un comunicato diffuso da Palazzo Chigi.

ESODATI E FLESSIBILITA'. "Il Governo si impegna a risolvere tempestivamente, con appropriate iniziative legislative, altri problemi posti dai gruppi parlamentari: la questione degli esodati e alcuni aspetti della flessibilità in entrata e degli ammortizzatori sociali. Su questi temi il Governo sta lavorando anche sulla base delle costruttive proposte provenienti dai gruppi di maggioranza".

SENTITI AL TELEFONO 'ABC' E BERLUSCONI. Il presidente del Consiglio Mario Monti ha avuto contatti telefonici con i leader della maggioranza, Angelino Alfano, Pier Luigi Bersani e Pier Ferdinando Casini. Lo riferiscono fonti parlamentari, secondo cui Monti ha avuto un colloquio telefonico anche con l'ex premier Silvio Berlusconi.

BERSANI: "SI'A DDL, CONFIDO IN IMPEGNI MONTI". "Confido che Monti prenderà nelle prossime ore impegni precisi sulle nostre richieste, a partire dagli esodati". Così il segretario del Pd Pierluigi Bersani, nel sottolineare il sì del suo partito al ddl Lavoro.

BERLUSCONI: "OK A BRUXELLES CON RIFORMA APPROVATA". "Abbiamo deciso di sostenere Monti nella richiesta di andare a Bruxelles con la riforma approvata", ha detto Berlusconi lasciando la Camera al termine di un incontro con i vertici del partito. L'ex premier ha ribadito "un leale sostegno al governo, che si è impegnato a inserire nel dl Sviluppo le modifiche chieste dal Pdl. Giovedì ci sarà una riunione dei capigruppo in cui si deciderà di anticipare il voto sulla riforma del lavoro prevista a luglio. Questo per un leale sostegno al governo affinché possa recarsi in Europa con la riforma approvata".

giovedì, 21 giugno 2012