18/08/2019

[an error occurred while processing this directive]

Oltre una famiglia su tre non sa come usare internet

Il 43,3% delle famiglie non possiede l'accesso a internet perché non sa come utilizzarlo, mentre il 26,5% considera la tecnologia inutile. E' quanto emerge da una ricerca dell'Istat sull'uso delle tecnologie nelle famiglie degli italiani.

Oltre una famiglia su tre
non sa come usare internet

Quasi tutti gli italiani usano la mail

ROMA - Internet questo sconosciuto. Almeno in Italia: il 43,3% delle famiglie non possiede l'accesso alla rete perché non sa come utilizzarlo, mentre il 26,5% considera questa tecnologia inutile e non interessante. Al contrario, le famiglie con almeno un minorenne sono le più tecnologiche: l'83,9% possiede un personal computer, il 79% ha accesso a Internet e il 70,8% utilizza per questo una connessione a banda larga.

I MOTIVI DEL DIGITAL DIVIDE. Dalla ricerca effettuata dall'Istat, emerge anche che il 15,8% non ha accesso a internet da casa per motivi economici, legati all'alto costo degli strumenti o del collegamento, mentre il 13% perché accede da un altro luogo. Residuale è invece la quota di famiglie che indica tra le motivazioni la disabilità fisica (3,6%), l'insicurezza rispetto alla tutela della propria privacy e alla pericolosità dei contenuti veicolati in rete (2,5%).

TUTTI USANO LA MAIL. L'81,3% degli internauti usa la reteper spedire o ricevere email, il 67,7% per cercare informazioni su merci e servizi e il 51,2% per postare messaggi su chat,social network, blog, gruppi di discussione e servizi di messaggeria istantanea. E' quanto emerge da una ricercadell'Istat sull'uso delle tecnologie nelle famiglie degli italiani. 

PERCHE' CI SI CONNETTE? La rete è ormai un luogo di confronto e partecipazione. Cresce rispetto al 2011 la quota di coloro che hanno usato Internet per leggere o postare opinioni su problemi sociali o politici (+9 punti percentuali) o per partecipare a consultazioni o votazioni (+2,1 punti). Il web si afferma anche come mezzo per la distribuzione e la fruizione culturale: è utilizzato per leggere giornali, news, riviste (50,5%), ascoltare la radio (27,2%), guardare programmi televisivi (25,7%), guardare in streaming un video o un film (rispettivamente 31,3% e 22%). I più attivi in questo ambito sono i giovani. Cresce anche l'e-commerce: nel 2012 il 28,2% degli individui di 14 anni e più che hanno usato Internet nei 12 mesi precedenti l'intervista ha ordinato e/o comprato merci e/o servizi per uso privato, soprattutto per spese per viaggi e soggiorni e pernottamenti per vacanza.
giovedì, 20 dicembre 2012