25/09/2021

[an error occurred while processing this directive]

Falso in bilancio: blitz Pdl-Udc-Fli svuota il testo della legge‎

I deputati del Pdl, dell'Udc e di Fli hanno approvato in commissione Giustizia - con parere favorevole del Governo - un emendamento al testo sul falso in bilancio che di fatto svuota la proposta di legge dell'Idv. Unica novità: il carcere sale dai 2 ai 3 anni. Pd e Idv protestano.

Falso in bilancio: blitz Pdl-Udc-Fli svuota il testo della legge‎

Aula di Montecitorio

ROMA - Ok del governo in commissione Giustizia in un emendamento di Manlio Contento che sostanzialmente mantiene la disciplina attuale sul falso in bilancio ed è 'bagarre'.

SCOPPIA IL CAOS. A tuonare c'è il Partito Democratico: "guarda caso oggi che è assente il ministro Severino, si è realizzata una caduta pesante di coerenza che ha portato ad uccidere la proposta di riforma di falso in bilancio", sottolinea la capogruppo Donatella Ferranti. Ora la seduta di commissione è stata sospesa. "Il governo Berlusconi e il governo Monti sono la stessa cosa", dice lasciando la sede dell'aula della commissione il leader dell'Idv Antonio Di Pietro che annuncia poi una conferenza stampa proprio su quanto è accaduto. E spiega: il governo ha dato "parere favorevole ad un emendamento con cui si riconfermano le attuali disposizioni" sul falso in bilancio". A chi gli si rivolge, il capogruppo del Pdl Enrico Costa, risponde con una battuta: "La mattina siamo noi a prendercela con il governo e il pomeriggio sono loro".

DIVERSE POSIZIONI. Manlio Contento spiega che il suo emendamento aumenta le pene per il falso in bilancio ma per il resto chiede che venga mantenuta l'attuale disciplina prevista dall'articolo 2621 del Codice Civile. A favore dell'emendamento targato Pdl ha votato anche l'Udc. Il centrista Lorenzo Ria, conversando con i cronisti spiega poi però di aver fatto mettere a verbale che si è trattato di un errore. Dichiarazione che non sfugge alla democratica Anna Rossomando: "Se Ria conferma quello che ha detto allora l'Udc chieda che si annulli il voto". A rappresentare il governo in commissione Giustizia per l'esame della riforma del falso in bilancio, fortemente sostenuta dall'Idv e calendarizzata per l'Aula il 28 maggio, il sottosegretario alla Giustizia, Salvatore Mazzamuto. "Alle nostre richieste di chiarimento sull'atteggiamento tenuto dal governo - ha detto ancora Anna Rossomando - il sottosegretario non ha risposto ed era in palese contraddizione con il parere favorevole dato dall'esecutivo ad una proposta del Pd". Allo stesso modo Donatella Ferranti sottolinea: "come si concilia questa posizione con la riformulazione proposta dal governo ad un emendamento Pd che era stato accolto dall'esecutivo e che è completamente diverso dalla proposta del Pdl".

martedì, 15 maggio 2012