27/07/2017

Saccomanni:"Sarà l'anno della svolta"

La ripresa si consoliderà, dice il ministro, e famiglie e imprese pagheranno meno tasse

Saccomanni:"Sarà l'anno della svolta"

Fabrizio Saccomanni

IL 2014 E' L'ANNO DELLA SVOLTA. NE E' CONVINTO FABRIZIO SACCOMANNI, MINISTRO DELL'ECONOMIA INTERVISTATO DA REPUBBLICA. LA RISPRESA SI CONSOLIDERA' E NEL PROSSIMO TRIENNIO LE IMPOSTE SI RIDURRANNO DI 9 MILIARDI. I SOLDI ARRIVERANNO DALLA SPENDING REVIEW, DAL PROVVEDIMENTO SUL RIENTRO DEI CAPITALI CHE DOVREBBE ESSERE VARATO ALL'INIZIO DI FEBBRAIO E DALLA LOTTA ALL'EVASIONE CHE HA GIA' FRUTTATO NEL 2013 12 MILIARDI. SACCOMANNI CHIEDE STABILITA' POLITICA E SULL'IPOTESI RIMPASTO DICE: SPERO SI CREINO LE CONDIZIONI PER UNA MAGGIORE COESIONE. SULLE DIMISSIONI DI FASSINA, SI AUGURA CHE NON ABBIANO RIPERCUSSIONI SULL'AZIONE DI GOVERNO E CONFERMA GLI OTTIMI RAPPORTI CON IL SUO EX VICEMINISTRO. SACCOMANNI SI DICE POI MOLTO SODDISFATTO DEL CALO RECORD DELLO SPREAD MA SOTTOLINEA CHE LA PRINCIPALE EMERGENZA RESTA IL LAVORO. IL CONTRATTO UNICO - PROPOSTO DA RENZI - PUO' ESSERE UNO DEGLI STRUMENTI, MA SERVE LA CRESCITA ECONOMICA. SULL'IMU, RIBADISCE: LA SUA CANCELLAZIONE NON SI POTEVA FARE A DEBITO. E COSI E' STATO: ABBIAMO RIDOTTO LE TASSE SULLA CASA NON CON NUOVE TASSE, MA CON ANTICIPI DI IMPOSTA, QUALCHE RITOCCO SUI BOLLI, SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE E CON I PRIMI TAGLI ALLA SPESA. INFINE, A CHI CHIEDE DI CONVINCERE L'UNIONE EUROPEA AD ALLENTARE I VINCOLI DI BILANCIO E IL LIMITE DEL DEFICIT AL 3% SACCOMANNI RISPONDE: SIAMO REALISTI, POSSIAMO ANCHE SFORARLO MA DOBBIAMO SAPERE CHE PAGHEREMO DELLE CONSEGUENZE.lunedì, 06 gennaio 2014