11/12/2018

[an error occurred while processing this directive]

Yemen, giallo sul presidente Saleh

Ieri è rimasto ferito durante l'attacco al palazzo presidenziale. Fonti ufficiali riferiscono che sia in un ospedale militare a Sana'a. Altre, che sia stato trasferito in Arabia Saudita. Bbc: "Morte clinica per il premier Mohammad Moujawar".

Yemen, giallo sul presidente Saleh

Il presidente yemenita, Saleh

SANA'A (YEMEN) - Il vice ministro dell'Informazione yemenita, Adbul al-Janadi, ha smentito le notizie secondo cui il presidente yemenita Ali Abdullah Saleh si troverebbe in Arabia Saudita per cure mediche. Subito dopo il servizio della tv al-Arabiya, in cui l'emittente dava notizia dell'arrivo in Arabia Saudita del capo di Stato yemenita, al-Janadi alla stessa tv ha detto che Saleh "non è andato all'estero". Il presidente "sta bene", ha assicurato il vice ministro, ribadendo che nell'attacco di ieri contro il palazzo presidenziale di Sana'a, Saleh è rimasto "solo lievemente ferito". Dopo le parole di al-Janadi, al-Arabiya ha ribadito che sue "fonti yemenite" confermano l'arrivo di Saleh in Arabia Saudita.

LE FERITE DEL PRESIDENTE. Il presidente yemenita Ali Abdullah Saleh avrebbe una scheggia di almeno 7,6 centimetri vicino al cuore. Lo hanno rivelato fonti vicine allo stesso presidente yemenita all'emittente britannica Bbc, dopo l'attacco al palazzo presidenziale, nel quale Saleh è rimasto ferito. Secondo questa testimonianza, il presidente yemenita avrebbe subito ferite di secondo grado al petto e al volto. Le fonti ufficiali danno notizie differenti però sul suo stato di salute, oggetto nelle ultime ore di diverse speculazioni. Il ministro della Cooperazione internazionale Hisham Sharaf ha sostenuto ad esempio che "le sue condizioni sono stabili è soltanto stanco dopo gli attacchi subiti ieri".

MORTE CLINICA PER IL PREMIER. Intanto, per il premier Ali Mohammad Moujawar i medici hanno constatato la "morte clinica" dopo le ferite riportate nell'attacco di ieri. Lo riferisce il servizio in arabo della Bbc, citando fonti yemenite non meglio identificate. La Bbc ricorda che il premier era stato trasferito in Arabia Saudita per cure mediche insieme ad altri responsabili yemeniti feriti nell'attacco di ieri. Sempre secondo il servizio in arabo della Bbc, il governatore di Sana'a, Noman Mohammed Doid, dopo essere rimasto ferito nell'attacco al palazzo presidenziale, è stato sottoposto a un intervento chirurgico per l'asportazione di una gamba e un braccio e versa in gravi condizioni. Il governatore è ricoverato in un ospedale di Sana'a.

10 MORTI E 35 FERITI A SANA'A. Intanto, a Sana'a dieci persone sono rimaste uccise e 35 ferite nei bombardamenti oggi contro la casa del capo tribù Sheik Hamid al-Ahmar, fratello del potente leader della rivolta tribale in corso nella capitale, Sadek al-Ahmar. "Dieci persone sono morte e 35 sono rimaste ferite nei bombardamenti da parte della guardia repubblicana contro la residenza" di Sheik Hamid ha detto un responsabile del suo ufficio. Sheikh Hamid è il fratello del potente capo tribale Sadek al-Ahmar le cui forze sono da due settimane coinvolte nei sanguinosi combattimenti con le forze del contestato presidente Saleh. La casa di Hamid - che è un influente uomo d'affari e un dirigente del partito islamico al-Islah - e quella di suo fratello Mizhij così come la residenza del generale dissidente Ali Mohsen al-Ahmar sono state bombardate ieri dalla guardia repubblicana, in risposta all'attacco contro la moschea del palazzo presidenziale durante il quale è rimasto ferito anche il presidente Saleh, mentre sette persone sono morte.

sabato, 04 giugno 2011Aggiornato:sabato, 04 giugno 2011, 17:06