15/12/2017

Alex Britti torna al rock

"Bene così è il mio disco più rock. parola di Alex Britti, che questa sera sarà a Roma, al Foro Italico, una delle date più importanti del tour.

Alex Britti torna al rock

Alex Britti

ROMA - Un chitarrista fuori dal comune Alex Britti lo è sempre stato, sin da giovanissimo, da quando attraversava l’Europa insieme a grandissimi del Blues quali Rosa King, Buddy Miles e Billy Preston.

ALEX IN ROCK  - "Bene così è il mio disco più rock. Mi riferisco al rock degli esordi, quello di Dylan e di Crosby: meno accordi e più sentimento. Dal vivo volevo un set che rispecchiasse questa essenzialità": parola di Alex Britti, che il 25 luglio sarà a Roma, al Foro Italico, una delle date più importanti del tour. "Ho una band completamente nuova, più nervosa delle precedenti", aggiunge il cantautore che svela:''Mi piacerebbe molto tornare a lavorare con Mina, in un cd solo chitarra e voce''.

UNA CARRIERA TRA I BIG - Nel 1997 è arrivato il contratto con la Universal Music e la pubblicazione di due singoli prima - Quello che voglio e Solo una volta (o tutta la vita) - e del primo album poi, It.pop. Ne consegue il successo popolare unito ai primi riconoscimenti della critica: It.pop è triplo disco di platino, mentre “Musica e Dischi” lo proclama miglior debutto discografico dell’anno.

L’anno successivo il PIM (Premio Italiano della Musica) lo proclama “miglior artista esordiente” e nel 1999 la sua Oggi sono io vince tra le Nuove Proposte del Festival di Sanremo: ad affermarsi è il lato più introspettivo della sua anima artistica, con una canzone che, due anni dopo, sarà reinterpretata da un mostro sacro della musica italiana: Mina. Una rapida successione di eventi e di successi: il Pavarotti & Friends (dove suona anche come chitarrista di Joe Cocker e Pavarotti), il tour “Sulla spiaggia” con Corrado Guzzanti, la pubblicazione dell’album La vasca (2000 Universal Music), grazie al quale, per la prima volta in Italia, un artista scalza se stesso al primo posto dell’airplay radiofonico: il primo singolo estratto – Una su 1.000.000 – cede infatti il primo posto in classifica alla title-track La vasca. E ancora un nuovo Festival di Sanremo con Sono contento, il Palavasca e il triplo platino per questo suo secondo album. Per promuovere 3 (2003 Universal Music), il terzo album in studio (preceduto dalla terza partecipazione festivaliera con il brano 7000 caffè) abbia scelto la lunghissima tournèe “Kitarra, voce e piede” nella quale – solo sul palco - reinventa, colora, stravolge il suo repertorio con l’aiuto di microfoni e campionatori. Ha sorpreso in tanti la pubblicazione di Festa (2005 Universal Music), un album molto più acustico e autorale rispetto ai precedenti, nel quale si respira maggiormente la matrice blues e jazz della formazione musicale di Alex.

 

Dopo la pubblicazione dell’ Mtv Unplugged (2008 Universal Music), - una rivisitazione completamente acustica del suo repertorio -, divertente, appassionante, elettrizzante è la registrazione di .23 (2009 Universal Music), il più recente album di inediti. Con Alex in studio ci sono infatti musicisti straordinari quali Darryl Jones – bassista di Miles Davis e degli Stones -, Davide Rossi – violinista e arrangiatore di Brian Eno e Cold Play- , Paco Sery - batterista di Joe Zawinul-, ed anche Bob Franceschini – sassofonista di Mike Stern - e Cecilia Chailly – arpista di De André e Mina-. Nel 2011 esce Immaturi, colonna sonora del film omonimo di Paolo Genovese. La canzone è inserita nel Best of pubblicato lo stesso anno dalla Universal Music, seguito dal Best of Video Collection. Ancora nel 2011 la Rizzoli dà alle stampe Nelle mie corde, un libro/dvd nel quale Alex racconta le sue passioni musicali e svela qualche trucco chitarristico. Nel 2012 una vecchia amicizia diventa finalmente un tour: è “Mo better blues”, progetto strumentale che lo vede musicista insieme al grande sassofonista Stefano Di Battista. Con Mel Gaynor, batterista dei Simple Minds, Alex ha registrato Bene così (2013 It.pop, distrib. Artist First), il nuovo album di inediti, uscito l’11 giugno 2013. Il disco è stato anticipato in radio dal singolo Baciami (e portami a ballare).

mercoledì, 24 luglio 2013