30/09/2020

[an error occurred while processing this directive]

Il giorno di Luca Parmitano, in partenza per la Iss

L'astronauta siciliano partirà con la Soyuz dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan, e resterà sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale. Sarà il primo italiano a fare una passeggiata cosmica.

Il giorno di Luca Parmitano, in partenza per la Iss

Luca Parmitano

ROMA - L'astronauta italiano dell'Agenzia spaziale Europea è pronto a partire con un razzo Soyuz dalla base russa di Baikonur, nel Kazakhstan, per una missione di sei mesi in orbita sulla stazione spaziale internazionale.

LUCA PARMITANO. Luca (36 anni) di Paternò (Catania), pilota collaudatore dell'Aeronautica Militare, salirà per la prima volta a bordo di un'astronave con la qualifica di ingegnere di volo. Luca è arrivato sulla rampa di lancio dopo essere stato selezionato nel 2009 dall'Agenzia spaziale europea (Esa) assieme a Samantha Cristoforetti.

LA MISSIONE SULLA ISS. Tanti i record che saranno infranti dalla missione di Parmitano, che sarà il primo astronauta italiano ad effettuare due passeggiate spaziali. Il suo, inoltre, sarà il primo equipaggio internazionale, il secondo in assoluto, a raggiungere la Iss dopo solo sei ore dal lancio. "Nell'arco di 4 orbite ci portiamo alla quota di 400 km dopodiché inizia la fase di avvicinamento alla stazione in cui la navetta in modo automatico si avvicina fino al contatto meccanico che è quello del Docking". Timori e paure non sono contemplati, non perché non si possa provarli ma perché, ha spiegato l'astronauta, il duro addestramento ti prepara ad affrontare con lucidità tutte le situazioni, anche le emergenze.

GLI ESPERIMENTI SULLA ISS. Gran parte della giornata di un astronauta sulla Iss è dedicata allo svolgimento di numerosi esperimenti installati e portati a bordo, alcuni dei quali in realtà riguardano gli stessi abitanti della stazione, "cavie umane" per testare gli effetti della microgravità sulla fisiologia umana. Per esempio, nel corso della missione saranno effettuate scansioni in risonanza magnetica dei muscoli e delle ginocchia degli astronauti per analizzare la reazione delle cartilagini alla prolungata assenza di peso; la temperatura corporea e i livelli di melatonina saranno tenuti sotto controllo per scoprire in che modo lo stravolgimento dei ritmi circadiani influisce sull'organismo.

martedì, 28 maggio 2013