29/03/2017

Napolitano: "Massimo rigore su decreti legge"

Lo chiede il Capo dello Stato in un messaggio ai presidenti delle Camere e al premier. Napolitano prende spunto dalla vicende del dl Salva Roma, con i "10 articoli aggiunti per un totale di 90 commi".

Napolitano: "Massimo rigore 
su decreti legge"

Giorgio Napolitano

ROMA - "Massimo rigore" nel decidere l'ammissibilità degli emendamenti ai decreti legge nel corso del loro esame in Parlamento. Lo chiede Giorgio Napolitano in un messaggio alla Camera letto in aula dalla presidente Laura Boldrini. Citando il caso del dl Salva Roma, "cui sono stati aggiunti 10 articoli per 90 commi", Napolitano ripropone nella sua lettera ai presidenti delle Camere ed al presidente del Consiglio "la necessità diverificare con il massimo rigore la ammissibilità degliemendamenti ai decreti legge". "Rinnovo l'invito ad attenersi nel valutare l'ammissibilità di emendamenti ai decreti legge a criteri si stretta attinenza all'oggetto del provvedimento, anche adottando opportune modifiche dei regolamenti parlamentari".

"REITERAZIONE SOLO PER NECESSITA' E URGENZA". Il limite nella reiterazione di norme già contenute nel dl Salva Roma nel dl Milleproroghe è individuato nell'insorgere di nuovi motivi di necessità ed urgenza". Lo chiarisce il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in una lettera ai presidenti delle Camere ed al premier.venerdì, 27 dicembre 2013