11/12/2018

[an error occurred while processing this directive]

Il violino del Titanic

Dopo 7 anni di perizie e ricerche accertata l'autenticità del violino appartenuto al direttore d'orchestra, morto nel naufragio, ma ritrovato legato al suo strumento. Sarà esposto e poi venduto all'asta.

Il violino del Titanic

VIOLINO DEL TITANIC

LONDRA - Dopo 7 anni di perizie e' stata accertata l'autenticita' di uno dei violini, che si pensava fosse andato perduto nel naufragio del Titanic. Appartenuto al direttore d'orchestra Wallace Hartley, il prezioso cimelio, realizzato in legno di palissandro, fu ritrovato tempo fa' nella soffitta di una casa in Inghilterra. Ci sono voluti 7 anni per certificare l'origine dello strumento, miracolosamente sopravvissuto al dramma, ha detto Andrew Aldridge, della Casa d'Aste Henry Aldridge & Son House. Quando il Titanic naufrago' nell'aprile del 1912 (RPT 1912 e non 2012), racconta Aldridge, il corpo di Wallace Hartley resto' in acqua una decina di giorni e ''il violino fu ritrovato in una valigia di cuoio'' attaccato al suo corpo. Poco dopo l'incidente, la madre di Hartley disse ai giornalisti: ''Sapevo che sarebbe morto con il suo violino tra le braccia. Era molto legato a questo oggetto''. Il violino, era stato donato ad Hartley dalla sua fidanzata, Maria Robinson. Sul violino c'era una targa d'argento, con su scritto ''Per Wally, in occasione del nostro fidanzamento. Maria'', un elemento che ne ha per l'autenticazione. Il violino sara' esposto a Pasqua a Belfast, la citta' dove fu costruito il Titanic. Al momento sono in corso trattative affinche' venga esposto in alcuni musei e in futuro potrebbe essere venduto all'asta. Secondo una stima varrebbe almeno 100.000 euro.venerdì, 15 marzo 2013