26/03/2017

Taglio degli stipendi per restare in Italia

Per mantenere la produzione in Italia il piano dell'azienda svedese prevede un drastico taglio degli stipendi dei lavoratori. Protestano i sindacati

Taglio degli stipendi per restare in Italia

Electrolux

SALARI DIMEZZATI, PAUSE RIDOTTE, NIENTE SCATTI DI ANZIANITA' AGLI OPERAI E DRASTICA RIDUZIONE DEGLI INVESTIMENTI. QUESTO IL PIANO DI RISTRUTTURAZIONE DEGLI IMPIANTI ITALIANI CHE L' ELECTROLUX HA PRESENTATO IERI AI SINDACATI, DANDO COME UNICA ALTERNATIVA LA CHIUSURA DEGLI STABILIMENTI DI SUSEGANA,PORCIA,SOLARO E FORLì. L'OBIETTIVO DEL COLOSSO SVEDESE, E' QUELLO DI RIDURRE LA DIFFERENZA CON IL COSTO DEL LAVORO DEGLI IMPIANTI ITALIANI AVVICINANDOLO A QUELLO SOSTENUTO PER GLI STABILIMENTI IN POLONIA E UNGHERIA. COSI' SI CHIEDE AI LAVORATORI ITALIANI DI FAR SCENDERE GLI STIPENDI DA 1.400 A 700-800 EURO AL MESE; DI RIDURRE DELL'80% I PREMI AZIENDALI E DI PORTARE A 6 ORE L'ORARIO DI LAVORO.  DALL'ELECTROLUX L'ACCUSA DI FALSI ALLARMISMI...IL PIANO AZIENDALE ARRIVA DOPO IL VARO DALLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA DI UN PACCHETTO DI MISURE DA 100 MILIONI PER RILANCIARE LE IMPRESE..SEGNO CHE PER L'ELECTROLUX ORMAI E' QUASI DECISA LA CHIUSURA DI ALMENO UNO DEGLI IMPIANTI IN QUESTIONE. E TUTTI ORMAI INVOCANO L'INTERVENTO DEL GOVERNO . IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ZANONATO ,INTERVENUTO, SPIEGA CHE "I PRODOTTI ITALIANI NEL CAMPO DELL'ELETTRODOMESTICO SONO DI BUONA QUALITÀ MA RISENTONO DI UN COSTO DEL LAVORO TROPPO ALTO".E SI RIFLETTE SUI PRECEDENTI IN EUROPA DALLA SPAGNOLA IBERIA, ALLA TEDESCA SIEMENS CHE IN VISTA DI UN RILANCIO HANNO RIVISTO AL RIBASSO, PER QUALCHE TEMPO, SALARI E GARANZIE.

martedì, 28 gennaio 2014