25/09/2021

[an error occurred while processing this directive]

Nigeria, ultimatum terroristi a cristiani: "Via in 3 giorni"

Lo ha detto un portavoce della setta islamica Boko Haram che rivendicò la strage nelle chiese a Natale: "Lascino il Nord del Paese", a maggioranza musulmana.

Nigeria, ultimatum terroristi a cristiani: "Via in 3 giorni"

Terroristi di Boko Haram

ABUJA (NIGERIA) - La setta terroristica islamica Boko Haram, che ha rivendicato gli attentati di Natale in tre diverse chiese, ha minacciato la popolazione cristiana del Nord del Paese, a maggioranza musulmana, con un ultimatum di tre giorni perché lasci il territorio dove vive. A dichiararlo è stato Abul Qaqa, un uomo che si definisce portavoce degli integralisti, che ha anche affermato di avere informazioni secondo cui i musulmani del Sud della Nigeria, zona a maggioranza cristiana, saranno aggrediti: "Intendiamo inoltre fare appello ai fratelli musulmani del Sud a ritornare al Nord perché abbiamo le prove che saranno attaccati".

STATO DI EMERGENZA. Il presidente della Nigeria, Goodluck Jonathan, ha intanto dichiarato lo stato di emergenza in alcune aree del Paese, ordinando la chiusura delle frontiere. Proprio le zone settentrionali della Nigeria, oggetto dell'ultimatum di Boko Haram, sono teatro di una violenta insurrezione di estremisti islamici. "La chiusura temporanea delle nostre frontiere nelle aree in questione è una misura a carattere provvisorio con l'obiettivo di risolvere una serie di questioni legate alla sicurezza e verranno revocate appena la situazione sarà tornata normale", ha detto.lunedì, 02 gennaio 2012