08/12/2021

[an error occurred while processing this directive]

Pedofilia, cardinal Ratzinger aveva chiesto più severità

In tre lettere inedite del 1988 il futuro Papa sollecitava una revisione in senso restrittivo delle garanzie processuali in caso di abusi sessuali.

Pedofilia, cardinal Ratzinger aveva chiesto più severità

Osservatore romano

CITTA' DEL VATICANO - Il futuro Papa Ratzinger aveva chiesto più severità contro i pedofili. Lo aveva fatto con tre lettere inedite quando era ancora cardinale, sollecitando una revisione in senso restrittivo delle garanzie processuali in caso di abusi sessuali.

LE LETTERE. A pubblicare le missive data 1988 è l'Osservatore Romano. Cardinal Ratzinger contestava che da parte dei vescovi ci si potesse avvalere della concessione di dispense dagli obblighi canonici per evitare di processare i pedofili. "La Congregazione per la Dottrina della Fede - ricorda in proposito una nota - era a quell'epoca competente per studiare le richieste di dispensa dagli oneri sacerdotali assunti con l'ordinazione. La relativa dispensa veniva concessa come gesto di grazia da parte della Chiesa, dopo avere da un lato vagliato attentamente l'insieme di tutte le circostanze concorrenti nel singolo caso e dall'altro soppesato l'oggettiva gravità degli impegni assunti davanti a Dio e alla Chiesa al momento dell'ordinazione sacerdotale". Ma per Ratzinger, "le circostanze che motivavano alcune delle richieste di dispensa da questi impegni, tuttavia, erano tutt'altro che meritorie di atti di grazia".

"GRAVI COMPORTAMENTI". Nella lettera poi Ratzigner continua: ""questo Dicastero, nell'esaminare le petizioni di dispensa dagli oneri sacerdotali, incontra casi di sacerdoti che, durante l'esercizio del loro ministero, si sono resi colpevoli di gravi e scandalosi comportamenti, per i quali il codice, previa apposita procedura, prevede l'irrogazione di determinate pene, non esclusa la riduzione allo stato laicale". "Tali provvedimenti - scriveva il card. Ratzinger - a giudizio di questo Dicastero, dovrebbero, in taluni casi, per il bene dei fedeli, precedere l'eventuale concessione della dispensa sacerdotale, che, per natura sua, si configura come 'grazia' a favore dell'oratore. Ma attesa la complessita' della procedura prevista a tal proposito dal Codex, è prevedibile che alcuni Ordinari incontrino non poche difficolta' nell'attuarla".
   

mercoledì, 01 dicembre 2010Aggiornato:mercoledì, 01 dicembre 2010, 17:46