14/08/2020

[an error occurred while processing this directive]

Omicidio Mez, il padre di Sollecito: "Difenderci è costato 1 milione di euro"

Secondo Francesco Sollecito, se la Cassazione confermasse l'assoluzione del figlio e un eventuale risarcimento da 300mila euro per l'ingiusta detenzione, i soldi basterebbero solo a pagare le parcelle dei 12 consulenti.

Omicidio Mez, il padre di Sollecito: "Difenderci è costato 1 milione di euro"

Raffaele Sollecito

ROMA - I conti, il padre di Raffaele Sollecito, non li ha ancora fatti, "per scaramanzia". Ma è verosimile credere che difendere il figlio nel processo che lo vedeva imputato per l'omicidio di Meredith Kercher sia costato alla sua famiglia un milione di euro. A rivelarlo è il padre, Francesco Sollecito, che ha concesso una intervista al settimanale Oggi.

I COSTI DELLA DIFESA. I Sollecito aspettano ora la sentenza della Cassazione, l'ultimo grado di giudizio, che potrebbe confermare la sentenza di Appello che ha assolto il giovane studente per non aver commesso il fatto. Insieme alla sentenza di conferma, potrebbe essere riconosciuto a Raffaele un risarcimento di circa 300mila euro per essere stato detenuto 4 anni. Ma secondo il signor Sollecito, questi eventuali soldi saranno sufficienti soltanto per pagare le parcelle dei 12 consulenti che la famiglia ha "dovuto nominare per riuscire a confutare le accuse".

IL FIDANZAMENTO E UN CONTRATTO LETTERARIO. Nel colloquio con il settimanale, Francesco Sollecito smentisce che Raffaele sia fidanzato, come scritto dopo la scoperta di sue foto mentre bacia una ragazza: "Annie, la ragazza che appare con lui nelle foto su Facebook, è solo un'amica, anzi per la precisione è' una cugina; altro che fidanzamento! Le priorità di mio figlio in questo momento sono altre". Quali? "Raffaele ha firmato un contratto con il manager letterario americano Sharlene Martin per un libro, è un impegno inderogabile", aggiunge.

martedì, 10 gennaio 2012