22/10/2021

[an error occurred while processing this directive]

Nel Pd polemiche sul programma di Renzi

Si infiamma il dibattito nel partito dopo l'assemblea di sabato scorso. Critiche al sindaco di Firenze per aver disertato l'appuntamento. Duro Fassina: "Rappresenta il paradigma fallimentare seguito in Europa".

Nel Pd polemiche sul programma di Renzi

Matteo Renzi

ROMA - Si infiamma il dibattito nel Pd sulla mancata partecipazione di Matteo Renzi all'assemblea del partito di sabato scorso all'Ergife di Roma. Se il segretario Pier Luigi Bersani ha lanciato più una stoccata che un vero e proprio attacco, di tenore diverso sono state le prese di posizione contro il sindaco di Firenze. L'assenza di Renzi rappresenta "un segnale di scarso rispetto verso la comunità di cui fa parte", attacca Stefano Fassina. Critico il responsabile economico Pd anche nei confronti della proposta politica messa in campo dal sindaco di Firenze: "Mi sembra che Renzi rimanga dentro quel paradigma fallimentare che stiamo seguendo in Europa".

"DOVEVA ANDARE ALL'ASSEMBLEA". Anche da chi all'interno dello schieramento democratico è agli antipodi da Fassina, arriva una bocciatura per il primo cittadino di Firenze. "Se fossi stato in Matteo Renzi sarei sicuramente andato all'Assemblea nazionale, anzi non sarei riuscito a non andare", sostiene Matteo Colaninno che spiega: "C'erano delegati provenienti da tutta Italia penso che il primo gesto da fare era presentarsi, perché lì c'erano coloro che dovranno sostenerlo nei grandi numeri per vincere le elezioni". Negativo il giudizio anche di Marina Sereni. "Renzi dovrebbe dire cosa vuole fare per cambiare l'Italia, non solo cosa vuole fare per cambiare il Pd", osserva la vicepresidente dell'Assemblea nazionale democratica che poi rincara la dose: "Renzi vuole cambiare la classe dirigente. Non dice nulla su come risolverebbe i problemi dell'Italia".


lunedì, 08 ottobre 2012