16/06/2019

[an error occurred while processing this directive]

Usa, strage a scuola. I bimbi frequentavano la I elementare. "Colpiti più volte e da vicino". Oggi Obama a Newtown

Le vittime sono 12 bambine e 8 bambini, di 6 o 7 anni, e 6 donne. Il medico: "Uccisi con più colpi d'arma da fuoco da distanza ravvicinata". Il killer ha sparato con il fucile della madre. Il giorno prima aveva litigato con 4 dipendenti della scuola. Il presidente incontra le famiglie delle vittime.

Usa, strage a scuola. I bimbi frequentavano la I elementare. "Colpiti più volte e da vicino". Oggi Obama a Newtown

'We love teachers and children of Sandy Hook'

NEW YORK - Tutte le vittime della strage nella Sandy Hook School di Newtown, in Connecticut, sono state colpite più volte, con più colpi di arma da fuoco sparati da vicino. Ad affermarlo è il medico legale che ha visitato i corpi dei 26 tra bambini e adulti uccisi nell'istituto. Il killer, ha aggiunto, ha utilizzato un fucile. Le autorità di polizia hanno diffuso i nomi delle vittime: si tratta di 12 bimbe e 8 bimbi, tutti di sei o sette anni, e sei donne adulte: alcune maestre sono morte facendo da scudo per tentare di proteggere i loro piccoli alunni.

OBAMA A NEWTOWN DA FAMIGLIE VITTIME. Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama si recherà oggi a Newtown, per incontrare le famiglie delle vittime dell'eccidio nella scuola. Il presidente, rende noto la Casa Bianca, parlerà nel corso di una veglia interconfessionale che si terrà in serata.

"KILLER HA AVUTO ALTERCO CON DIPENDENTI SCUOLA".
Adam Lanza, l'autore dell'eccidio, aveva avuto un diverbio con quattro dipendenti della scuola Sandy Hook di Newtown giovedì, il giorno prima di andare lì per compiere il massacro. Lo hanno riferito funzionari del Connecticut e federali alla Nbc News, secondo cui tre di questi quattro impiegati sono rimasti uccisi, mentre il quarto, che non era al lavoro, è stato interrogato dalla polizia.

"HA FATTO IRRUZIONE". 
Il killer non è stato fatto entrare nella scuola della strage: "Ha fatto irruzione", ha detto il capo della polizia Paul Vance in conferenza stampa, contraddicendo una prima ricostruzione nella dinamica della tragedia. Vance ha detto anche che la polizia, quando è arrivata sul posto, ha dovuto infrangere "molte finestre" per avere accesso alla scuola. La Sandy Hook aveva da poco installato un nuovo sistema di sicurezza che impediva il libero accesso ai visitatori.

PADRE DEL KILLER HA SAPUTO DA GIORNALISTI. Un quotidiano locale racconta che Peter Lanza, padre dell'autore della strage, ha appreso la notizia di quanto stava accadendo dai giornalisti. Specializzato nel settore fiscale e vicepresidente di 'GE Energy Financial Services', è arrivato a bordo della sua auto nel vialetto di casa a Stamford, e qui ha trovato ad attenderlo i reporter. "Quando ha capito che la sua famiglia era coinvolta nella sparatoria, è rimasto sconvolto e inorridito, ha alzato il finestrino della vettura ed è entrato nel garage di casa rifiutandosi di commentare". Peter ha divorziato nel 2009 dalla moglie Nancy - rimasta vittima del figlio Adam - e da poco si è risposato. E' stato interrogato dagli agenti dell'Fbi, così come l'altro figlio, Ryan.

"HA IMPARATO A SPARARE DALLA MADRE".
Adam Lanza aveva imparato a sparare dalla madre Nancy. La donna, uccisa dal ragazzo nella sua casa, era una collezionista e appassionata di armi. Una è stata utilizzata da Adam per spararle al volto. "Si recava spesso al poligono con i suoi figli", ha raccontato il giardiniere Dan Holmes, che si recava a tagliare il prato nella casa dei Lanza a Newtown. La donna era molto orgogliosa del suo arsenale, e una volta ha mostrato a Holmes un fucile che aveva appena acquistato.

"TERZI A CLINTON: "LUTTO CHE COMMOSSO ITALIANI". Il ministro degli esteri Giulio Terzi ha inviato al segretario di Stato Hillary Clinton un messaggio di cordoglio. "Sono profondamente colpito dall'orrore per la strage di bambini nella Sandy Hook Elementary School di Newton. E' un lutto straziante che ha profondamente commosso il popolo italiano", scrive il ministro. "L'Italia intera piange le tante vittime innocenti e si stringe con grande affetto al dolore del popolo americano".

domenica, 16 dicembre 2012