vai alla Home Page del Tg1

Fa' la cosa giusta

  • TG1 Fa la cosa giusta del 15 giugno 2010

    Estate senza barriere, dalla cucina inclusiva all’arte contemporanea di Torbellamonaca a Roma

    Dalla felice esperienza della Trattoria degli Amici in Trastevere nascono i corsi di “cucina inclusiva”. La Comunità di Sant’Egidio ha avviato corsi di formazione per giovani disabili nel campo della ristorazione così da rendere possibile un loro inserimento nelle cucine e nei migliori ristoranti della capitale. La dimostrazione che la disabilità non è di per sé un ostacolo insormontabile ma può trasformarsi in occasione di originalità, competenze e creatività anche nei i quadri e nelle installazioni di Torbellamonaca realizzati da artisti con handicap mentali e fisici. Nel quartiere della periferia romana il Museo Laboratorio di Arte Contemporanea della Comunita’ di Sant’Egidio è diventato un punto di riferimento, il motore di un cambiamento positivo per tutti.http://www.santegidio.org

  • TG1 Fa ' la cosa giusta dell'8 giugno 2010

    Altrimondiali, ci siamo anche noi!

    Alla vigilia dei campionati del mondo di calcio che per la prima volta si svolgono in Africa, un viaggio da Nairobi in Kenya aJohannesburg in Sudafrica a bordo del matatu, il tipico pulminoafricano, principale mezzo pubblico che arriva nei villaggi più remoti, carico fino all’inverosimile di persone e di merci. Nei campetti di calcio improvvisati e senza porte, i volontari italiani del matatu fanno giocare i ragazzini scalzi, i più poveri, quelli che non hanno niente da fare , un’occasione per ascoltare la gente e i cooperanti impegnati nei progetti di sviluppo. Un incontro con piccole realtà da raccontare come vere partite di calcio. Un'iniziativa promossa tra gli altri da “CoLomba”, la rete di oltre cento associazioni non profit lombarde. www.altrimondiali.it . Il viaggio da Nairobi verso il Sudafrica nel servizio del corrispondente dall’Africa Enzo Nucci che a Città del Capo ha visitato “la Casa del sorriso “, nella baraccopoli di Philippi, un centro accoglienza per le donne vittime di violenza e i loro bambini, a cura dell’ong italiana CESVI. www.cesvi.it Il punto sulle iniziative di solidarietà in vista dei Mondiali dicalcio con Mauro Raffaelli, neo presidente di Amref Italia.www.amref.it

  • TG1 Fa' la cosa giusta del 1 giugno 2010

    Ci siamo anche noi, Gaia e Marco, fratelli di ragazzi autistici.

    Pulce , 19 anni e Adriano, 27, sono ragazzi autistici. Quando arriva l'estate e gli amici partono per le vacanze e le strutture di sostegno chiudono, il carico per i genitori e i fratelli diventa enorme.Gaia Rayneri, 24 anni,di Torino racconta che vuol dire convivere con una sorella autistica che un giorno, all'improvviso, viene allontanata dalla famiglia senza spiegazioni. Il libro "Pulce non c'è" alla terza ristampa in pochi mesi (Einaudi Editore) è il suo punto di vista, il suo indennizzo per il dolore provocato in famiglia anche dalle strutture cosiddette di sostegno.Marco Mastino, 24 anni, di Torino è fratello di Adriano, 27 anni, autistico. Le aspettative tradite, il dolore per un fratello maggiore che si comporta da "fratello più piccolo" diventano la molla per Cinemautismo , la rassegna nazionale, curata da Marco Mastino, di film sulla malattia che in Europa colpisce 6 persone su 1000.In studio con Gaia Rayneri e Marco Mastino, Claudio Dario, medico, direttore generale dell'azienda sanitaria locale di Treviso, e presidente del comitato scientifico dell'associazione Life Inside di Padova, associazione che intende dare un sostegno alle famiglie in modo integrato. www.lifeinside.it"Le porte dell'autismo sono tante,per aprirle c'è bisogno di tanti". È lo slogan dell'associazione di cui fa parte Eleonora Daniele, conduttrice di Unomattina, sorella di un ragazzo autistico.

  • Fa' la cosa giusta dell'11 maggio 2010

    Bambini in affido e genitori affidatari :diritto ai sentimenti
    Parcheggiati in attesa di genitori adottivi. Spesso tra i bambini dati in affido per un periodo lungo e genitori affidatari si crea un legame fortissimo del quale spesso i tribunali non tengono conto quando i bambini vanno dati in adozione. L’adozione è per sempre, l’affido è a termine e spesso i bambini vivono il distacco dalla famiglia affidataria come un terribile abbandono se il provvedimento di adozione presso un ‘altra famiglia arriva troppo tardi. Bambini costretti a cambiare famiglia senza capire perché . Famiglie distrutte dal dolore. Intanto la corte dei diritti dell’uomo di Strasburgo ha condannato l’Italia per non aver concesso l’adozione di un bambino a genitori che già l’avevano avuto in affido. A Tg1/Fa’ la cosa giusta l’avvocato Lucrezia Mollica del Foro di Milano e Daniela Assembri, single, madre affidataria per due anni di un bimbo arrivato da lei appena nato. Con una petizione dell’associazione de “la Gabbianella e altri animali“, chiedono che vengano protetti i rapporti instauratisi tra affidati e affidatari nel caso in cui l’affido si risolva in adozione. www.lagabbianella.org

  • Fa' la cosa giusta del 4 maggio 2010

    Beni sequestrati: quando la burocrazia cancella i diritti dei disabili

    Dalla confisca al riutilizzo sociale: un percorso ad ostacoli per mettere a frutto i beni sottratti alla camorra. A Giugliano, paese di degrado e scempi nel napoletano, da due anni la burocrazia blocca il progetto di casa per disabili in quello che era stato il comprensorio del boss Francesco Rea . Parte dei beni confiscati, assegnati al Consorzio S:O:L:E, sono stati affidati alla fondazione Salvatore Marotta, associazione senza scopo di lucro, per i disabili. La struttura è aperta, attrezzata, ma ancora inattiva. L'inviata del Tg1 Maria Grazia Mazzola tra i genitori dei 40 ragazzi disabili che ancora non possono avere accesso alla casa famiglia per disabili.
    Poi Marisa Esposito della ong NEA - Napoli: Europa Africa - spiega il progetto di inclusione sociale che coinvolge 600 minori e adolescenti napoletani e rom delle periferie di Scampia, Ponticelli, Secondigliano, Barra, Fuorigrotta con famiglie, scuole e volontari.
    Tempo fa furono incendiati i campi rom di Ponticelli , provocando l'allontanamento delle famiglie e dei bambini che li abitavano.
    Infine Ilaria Miceli dell'associazione sportiva dilettantesca centro sport campano. Si tratta di progetti della Fondazione per il Sud. www.neaculture.it www.centrosportcampano.it www.fondazioneperilsud.it

  • TG1 Fa' la cosa giusta del 27 aprile 2010

    L’Africa dimenticata nei disegni dei bambini del Darfur.

    E’ una vera e propria città di centomila persone il campo profughi di Zam Zam alla periferia di El Fasher in Sudan. Le telecamere dell’inviato Enzo Nucci tra i bambini e le madri di questa “città della sofferenza”. A sette anni dall’inizio del conflitto in Darfur, l’Onu parla di 300 mila vittime e di tre milioni di sfollati.Centinaia le vittime solo negli ultimi giorni. A Tg1 Fa’ la cosa giusta Antonella Napoli, presidente dell’associazione Italians for Darfur che con una petizione ha raccolto 15 mila firme contro la condanna a morte dei sei bambini soldato del Darfur. Alla vigilia del Global Day for Darfur la guerra nei disegni dei bambini del Darfur e un appello del comboniano Alex Zanotelli contro la tragedia dei bambini soldato.www.italiansfordarfur.it

  • Tg1 Fa' la cosa giusta del 20 aprile 2010

    La rete dei Tg delle scuole della Campania

  • TG1 Fa' la cosa giusta del 13 aprile 2010

    Vite normali, nonostante tutto

    Antonietta, 44 anni, di Roma esce, fa la spesa, passeggia nel parco grazie ad Elisa, volontaria del servizio civile. Antonietta è cieca da quando aveva 12 anni. Spesso la presenza di un giovane accompagnatore è l'unico modo per poter svolgere alcune delle funzioni più elementari della vita quotidiana, soprattutto, nel tempo libero. A Tg1 Fa' la cosa giusta la storia di Antonietta non vedente e di Elisa volontaria, con Tommaso Daniele Presidente nazionale dell'Unione Italiana dei ciechi e ipovedenti. www.uiciechi.itPoi un esempio di integrazione di sette ragazzi down della cooperativa sociale romana Ways, coordinata da Lynda Johnson, che recuperano cellulari usati. Organizzano punti di raccolta, coinvolgono le scuole e aiutano a disfarsi di materiale "poco" degradabile senza inquinare l'ambiente. Una occupazione utile per ragazzi down e per l'ambiente , evitando che materiali inquinanti finiscano in discarica. www.wayscooperativa.it

  • Fa' la cosa giusta del 6 aprile 2010

    Festival che insegna solidarieta'

    Creativita' e fantasia per imparare a diventare cittadini consapevoli, laboratori per l'ambiente, un concorso di teatro sull'anno europeo per la lotta alla poverta': E' questa la sfida del Fantacity Festival dall'8 all'11 aprile a Perugia, dedicato ai piu' giovani, patrocinato dall'Unicef e sostenuto dal Fondo Sociale Europeo. A 'Tg1-Fa' la cosa giusta' Bruno Molea del comitato organizzatore e Vincenzo Spadafora presidente di Unicef Italia che lancia un bando per la selezione di ragazzi che vogliono fare esperienza sul campo in Giordania, Bangladesh, Armenia, Indonesia, Bolivia, Mozambico presso le sedi Unicef. I giovani volontari devono avere una motivazione molto alta, perche' dovranno passare sei mesi lontano da casa, facendo la vita quotidiana impegnativa del Cooperante. Nella puntata anche un'intervista di Claudio Pagliara al Bioarchitetto Mario Cucinella, appena rientrato in Italia dalla Palestina dove ha avviato il primo tavolo tecnico Italo-palestinese sull'architettura ecosostenibile e le energie Rinnovabili.

  • TG1 Fa' la cosa giusta del 30 marzo 2010

    Dopo Vancouver “si alzi chi può”
    con Francesca Porcellato  e Luca Pancalli Sette medaglie per  l’Italia paralimpica a Vancouver, dopo l’oro conquistato  l’ultimo giorno nel fondo. 38 anni dopo l’incidente che a 18 mesi la costrinse in  carrozzina, Francesca Porcellato fa un bilancio dei suoi traguardi. La campionessa di atletica, tra le più note in Italia e al mondo,è tra i testimonial della Faip- Federazione Associazioni Italiane Paratetraplegici  che ha creato la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “si alzi chi può”. Il 4 aprile è la giornata  dedicata alle 80 mila persone che hanno subito una lesione al midollo spinale. www.faiponline.it A Tg1/Fa’ la cosa giusta  Francesca Porcellato e Luca Pancalli presidente del Comitato Italiano  Paralimpico , vicepresidente del Coni  e già commissario straordinario della Federazione Italiana Gioco Calcio. Un bilancio sulla condizione di vita dei disabili tra conquiste e discriminazioni, pregiudizi e luoghi comuni.

  • TG1 Fa' la cosa del 23 marzo 2010

    Donazioni in crisi. La terza via

    L'impegno di banchieri sociali per dare risorse nuove alle organizzazioni non profit che, a causa della crisi, denunciano una flessione della raccolta fondi nel 2009 rispetto al 2008.Ne parlano il prof. Stefano Zamagni, presidente dell'Agenzia per le Onlus e Marco Morganti, amministratore delegato di Banca Prossima, esclusivamente dedicata al mondo del non profit.www.agenziaperleonlus.itwww.terzovalore.itPoi "la moda differente" di Cangiari, -cambiare in calabrese- con capi artigianali realizzati in Calabria, secondo le antiche tradizioni, rivisitati e attualizzati.www.cangiari.itCangiari nasce all'interno del Consorzio di cooperative sociali GOEL che si battono per il cambiamento socio-economico della Locride e della Calabria.

1234...789
Engineered by Rai Net