22/03/2019

[an error occurred while processing this directive]

Cassano, primo giorno di Milan

Il fantasista barese ex Sampdoria è partito con i rossoneri alla volta di Dubai. Oddo: "Cassanate? Lo terremo un po' a bada...". Fascetti: "Non può fallire".

» Segnala ad un amico
Cassano, primo giorno di Milan

Cassano e Ibra

MILANO - È il primo giorno di Antonio Cassano al Milan. Il fantasista barese, con il permesso della Sampdoria, si è recato a Milanello questa mattina e nel pomeriggio è partito insieme ai nuovi compagni alla volta di Dubai, dove i rossoneri effettueranno un richiamo della preparazione prima del rush finale della stagione. Sorridenti e rilassati la truppa rossonera è partita dalla Malpensa alle 11:30: i primi ad entrare nel gate sono stati mister Allegri, Ibrahimovic ed un sorridente Antonio Cassano.
CORI PER IL PIBE DI BARI. L'arrivo di "Fantantonio" è stato accolto con entusiasmo dalla tifoseria rossonera: una cinquantina di sostenitori si sono radunati allo scalo milanese di Malpensa e gli hanno dedicato cori di incoraggiamento prima della partenza per gli Emirati Arabi. Il giocatore non ha rilasciato dichiarazioni, ma è apparso sorridente e pronto per la nuova avventura. Il suo contratto verrà depositato alla Lega Calcio il 2 gennaio.
ODDO: "LO TERREMO NOI A BADA". Dell'arrivo di Cassano ha parlato Massimo Oddo, che ha detto di "aspettarsi tanto da lui" e di ritenerlo "un valore aggiunto" per la squadra. Il laterale rossonero non è sembrato preoccupato nemmeno per la cattiva fama del suo nuovo compagno: "Cassanate? Non so, speriamo vada tutto bene, il Milan è un ambiente favorevole, dà tutto ed esige rispetto". Oddo si è inoltre dimostrato disponibile ad aiutare il barese: "Il nostro è un bel gruppo, cercheremo anche noi di tenerlo un po' a bada".

"LEONARDO? HA FATTO BENE". Oddo ha commentato anche il passaggio di Leonardo all'Inter. "Leonardo ha avuto una grande opportunità e giustamente ha accettato questa sfida. Gli anni passati al Milan rimangono tali, ha fatto una scelta di lavoro e va rispettata".

FASCETTI: "CASSANO NON PUO' FALLIRE". "Sono ancora arrabbiato con Cassano per essersi lasciato scappare la grande chance del Real Madrid. Avrebbe dovuto giocarsela meglio. Pochi giocatori sono da Real e in Spagna aveva tutte le chances per diventare veramente grande. L'ultima cassanata a Genova, comunque, mi è sembrata un po' voluta: credo che l'abbiano cercata. Adesso al Milan non potrà fallire, ma non intendo in campo perchè li Antonio non ha problemi". Così Eugenio Fascetti, ex allenatore del Bari che lanciò Fantantonio, ha commentato l'inizio del percorso del suo pupillo al Milan. "Nel comportamento deve capire che è in un gruppo e che certe cose non vanno fatte. Ci sono grandi campioni e mi auguro che questa volta possa arrivare la sua consacrazione. Allegri? Può essere l'allenatore giusto: era un bel talento in campo ma non è che avesse una testolina tanto per la quale. Penso che i due possano andare d'accordo perchè si somigliano".

BRONZETTI: "HO FORTI DUBBI". Più pessimista l'agente Fifa Ernesto Bronzetti: "Cassano lo conosco bene, ma sinceramente ho forti dubbi. Non tanto per le qualità che ha. Io ero per Ronaldinho, e Cassano, che può fare anche la prima punta, non potrà però giocare in Champions League, è un handicap. L'operazione di mercato è stata perfetta. E' molto migliorato, ma credo che sia l'ultimissimo treno per Cassano. Sbagliare al Milan sarebbe smettere con il calcio".

lunedì, 27 dicembre 2010